Passeggera priva di biglietto e mascherina morde il controllore a una mano sull'autobus

Giovedì 9 Settembre 2021 di di Gloria Caioni
Autobus della Start

SAN BENEDETTO -  Non si mette la mascherina e non ha il biglietto. Quando il controllore le fa notare che deve rispettare le regole, gli morde la mano. Protagonista una donna di colore che, ieri mattina, era seduta su uno dei bus della Start che percorre la tratta Cupra Marittima - San Benedetto. In molti usano questa corsa per spostarsi fra le Marche e l’Abruzzo. Si tratta della linea 1/6 extraurbana che permette agevolmente di passare da una regione all’altra. 

 

 
I controllori
A bordo dei bus della Start, come da accordo stipulato tempo addietro per far fronte anche alle disposizioni anti-Covid, sono operativi gli uomini della Fifa Security. Si occupano di controllare che tutti i presenti a bordo indossino la mascherina, che rispettino le distanze di sicurezza e che abbiamo anche il biglietto della giusta tratta o quanto meno che abbiano un ticket da esibire. Tutto è accaduto attorno alle 9 all’altezza della città truentina. L’operatore, come da prassi, stava controllando i titoli di viaggio di tutti i passeggeri, verificando, nel contempo, che avessero indosso la mascherina. Arrivato dinanzi alla donna di origini camerunensi, questa non solo si è rifiutata di indossare il dispositivo di protezione in viso ma è risultata anche sprovvista di biglietto. Invece di apparire contrita e preoccupata, ha dapprima scattato una foto al “controllore” e successivamente, sempre più in preda ad un raptus, gli ha morso la mano, provocandogli una grossa ferita dalla quale ha cominciato ad uscire sangue. La passeggera pare sia un habitué di questa corsa e, soprattutto, pare abbia l’abitudine di salire a bordo del bus ma senza biglietto. Nonostante le sia stato detto più volte che deve pagare il ticket, continua a fare orecchie da mercante. In una nota, a raccontare il fatto, sono gli stessi vertici della Fifa Security di San Benedetto: «È stato quindi richiesto l’intervento della polizia municipale di Martinsicuro che, vista la violenta reazione della donna anche nei loro confronti, ha provveduto a fermare la stessa e ad accompagnarla presso il comando». 


La denuncia
La donna è stata denunciata dai vigili urbani di Martinsicuro perché avrebbe fatto resistenza anche agli agenti. Ora a sporgere denuncia sarà anche il lavoratore della Fifa Security. L’operatore è stato, infatti, accompagnato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di San Benedetto del Tronto per essere medicato. Ha ottenuto una prognosi di qualche giorno. Il compito dei controllori è verificare anche che la capienza sia in linea con le normative cioè non superi l’80% dei posti disponibili. Non c’è, invece, l’obbligo di Green pass che deve essere esibito solo nelle tratte a lunga percorrenza. Non si tratta, in ogni caso, della prima aggressione con protagoniste delle donne - spesso straniere - che, non avendo il biglietto, passano alle mani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA