La costa a Natale come una ville lumiere: l’8 dicembre luci accese e anche la banda musicale

Sabato 20 Novembre 2021 di Roberto Rotili
La costa a Natale come una ville lumiere: l 8 dicembre luci accese e anche la banda musicale

SAN BENEDETTO  - La città si prepara a splendere per l’intero periodo natalizio grazie al Comune e alle attività commerciali. C’è un progetto per le luminarie, per il quale l’amministrazione ha investito 60mila euro, e ieri se ne è discusso nel corso dell’incontro avuto con le associazioni di categoria e dei commercianti. Luminarie che verranno accese e inaugurate il prossimo 8 dicembre con tanto di banda che suonerà per le vie del centro. 

 


Luminarie omogenee per tutta la città, con giochi di luce speciali sul pennello dell’Albula, al Paese alto e davanti al municipio. Quindi sarà diverso dallo scorso anno dove viale Moretti venne illuminata da un tetto di stelle, mentre luci diverse vennero allestite nelle altre strade. Ci saranno anche tanti alberi di Natale che spunteranno in vari angoli della città e coreografie luminose che invece verranno realizzate dalle associazioni dei commercianti e dagli sponsor. Progetto discusso alla presenza dell’assessore al commercio Laura Camaioni affiancata dal consigliere Fabrizio Capriotti con la Confesercenti rappresentata da Andrea Manfroni, la Confcommercio con Maria Angellotti, Danilo Ottaviani per Vivi San Benedetto e Davide Portelli, presidente dell’associazione dei commercianti PdA Shopping Center. Quest’ultima associazione confermerà l’appuntamento con la Casa di Babbo Natale, che ogni anno riscuote grande successo, e che vedrà Santa Claus arrivare alla stazione di Porto d’Ascoli scendendo dal treno per poi raggiungere la sua dimora in via Turati. 


La replica Una riunione, quella di ieri, attraverso la quale, si è voluto rispondere ai timori sollevati da alcuni commercianti nei giorni scorsi sull’assenza di un piano per le illuminazioni in prossimità delle feste. «Abbiamo voluto rasserenare gli animi – afferma il consigliere Capriotti – confermando l’investimento importante che l’amministrazione affronterà per illuminare la città a festa». Tornerà anche la rete di presepi che saranno esposti nei negozi del centro anche se sarà una corsa contro il tempo, così come la giostra stile Ottocento in piazza Matteotti mentre non ci sarà la pista di ghiaccio che avrebbe comportato un investimento economico troppo impegnativo. 
 

 


Il tavolo di ieri ha visto le associazioni chiedere anche lumi sulla movida e le ultime direttive, ma molto dipenderà da quanto stabilirà il prefetto nei prossimi giorni anche in termini di ordine pubblico. Così come quella del prefetto sarà l’ultima parola sul cartellone dei festeggiamenti che potrebbe subire una brusca frenata se i contagi continueranno a salire e in particolare in Riviera dove i numeri sono a tre cifre.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA