Consolle super tecnologica ma l’affare online è una truffa: un giovane nei guai

Venerdì 27 Novembre 2020
Consolle super tecnologica ma l’affare online è una truffa: un giovane nei guai

SAN BENEDETTO  - È stato attraverso una indagine prevalentemente informatica che la Guardia di finanza ha smascherato un truffatore seriale che aveva colpito e stava continuando a colpire in tutta Italia simulando delle vendite per le quali incassava denaro senza poi inviare il materiale agli acquirenti.

LEGGI ANCHE:

Prosciugano il conto a un anziano poi lo ingannano anche sul loculo

 

Tutto è partito dalla Riviera delle Palme, precisamente dalla denuncia di un trentaduenne che aveva acquistato una consolle musicale “All-in-one”, con funzionalità del tutto particolari ed innovative: schermo touchscreen, tastiera digitale, mixer, effetti di colore del suono, effetti beat e collegamenti esterni con altre sorgenti; ad un prezzo estremamente competitivo, con disponibilità immediata e fiducia verso il sito internet utilizzato dal venditore. Ma nonostante avesse ottenuto prima dell’acquisito la copia del documento di identità, il numero di cellulare ed anche dell’Iban bancario del venditore, dopo giorni di vana attesa, persa ogni speranza di godersi l’agognata consolle e, soprattutto, non intravvedendo spiragli per poter recuperare la significativa somma versata in anticipo, si è rivolto alla Finanza, denunciando tutto.

Subito sono partite le indagini dalle quali è venuto fuori che il venditore era un 25enne rumeno domiciliato a Monterotondo e che era gravato da molteplici precedenti di polizia proprio per reati contro il patrimonio e frode informatica, aventi tutti lo stesso comune denominatore: una consolle musicale “All-in-one”, mai spedita a seguito dell’avvenuto pagamento da parte di una moltitudine di ignari clienti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA