Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

I colombi e gli animali da cortile: sfila da oggi la razza marchigiana

I colombi e gli animali da cortile: sfila da oggi la razza marchigiana
I colombi e gli animali da cortile: sfila da oggi la razza marchigiana
di Sandro Benigni
3 Minuti di Lettura
Sabato 27 Novembre 2021, 10:15

SAN BENEDETTO  - Torna oggi e domani presso il Centro Agroalimentare di San Benedetto del Tronto, dopo il lungo fermo imposto a causa dell’emergenza sanitaria, la Mostra Colombofila organizzata dall’Associazione colombofila avicunicola picena (Acap.), unica associazione marchigiana con sede a Monteprandone che seleziona e salvaguarda gli animali da cortile di pura razza e della biodiversità animale della Regione Marche. Dopo qualche anno in trasferta, la manifestazione, giunta alla trentaseiesima edizione, quest’anno torna nel Piceno, suo luogo d’origine, e si arricchisce anche della terza edizione della Mostra Avicola. 

L’inaugurazione si terrà questa mattina alle ore 10.30 alla presenza delle autorità civili, del presidente dell’Acap Gabriele Brandimarte e di tutto il direttivo, con ingresso gratuito e green pass obbligatorio, secondo le disposizioni normative anti Covid-19. «I soci Acap ricominciano dalla mostra sociale di colombi e polli ornamentali – spiega il presidente Gabriele Brandimarte - augurandosi che sia lo start di un graduale ritorno ad una vita sociale almeno simile a quella che si aveva prima dell’arrivo dell’emergenza sanitaria. Con orgoglio, però gioisco nel constatare che seppur sia saltata tutta la stagione agonistica 2020, penalizzando in primis tutti gli animali della classe A (novelli), l’associazione ha saputo mantenere invariato sia il numero dei soci iscritti sia il numero e la qualità di soggetti esposti proprio in occasione di questa edizione della mostra colombofila e di quella avicola.

Trentasei edizioni espositive raccontano solo uno spezzato del valore associativo acquisito sul territorio che corrisponde alla ricchezza di allevatori esperti e motivati, di un parco gabbie rifornito e tenuto in modo efficiente, di capacità logistiche collaudate nel tempo, cioè qualità che ci permettono di fare bella figura e di soddisfare le aspettative degli iscritti ma soprattutto dei visitatori». Collaborano alla realizzazione di questa importante manifestazione il Centro Agroalimentare, tutti gli sponsor, la Regione Marche, la Provincia di Ascoli Piceno, i Comuni di San Benedetto del Tronto e di Monteprandone, l’Assam, l’Asur Area Vasta 5 e l’artista Bruno Benatti per l’immagine di copertina dell’opuscolo informativo che è stato realizzato per l’occasione. 


«In questi quasi due anni di lavoro associativo – ha poi proseguito Brandimarte che è stato recentemente rieletto alla guida dell’Acap per il triennio 2021-2023 - come direttivo, abbiamo assistito a dei cambiamenti normativi radicali che stanno investendo tante realtà associative come la nostra, imponendo sempre più regole restrittive che obbligano gli organizzatori e tutti i soci, ad adeguarsi. Mi auguro, che durante la mostra di San Benedetto si possa operare, pur con tutte le precauzioni del caso, con la tranquillità necessaria, atta a raggiungere l’obiettivo di presentare un evento arricchente per tutta la comunità. Maggiori informazioni su questo importante evento che vedrà un alto numero di soggetti esposti possono essere trovate sul sito Internet www.colombofilapicena.org.

© RIPRODUZIONE RISERVATA