Circolo tennis Maggioni, addio project financing: un bando per il restyling da 1,5 milioni

Circolo tennis Maggioni, addio project financing: un bando per il restyling da 1,5 milioni
Circolo tennis Maggioni, addio project financing: un bando per il restyling da 1,5 milioni
di Alessandra Clementi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Luglio 2022, 06:40 - Ultimo aggiornamento: 13:30

SAN BENEDETTO  - Archiviato il project financing ora si attende il bando che verrà emesso dal Comune per riqualificare il circolo tennis Maggioni a San Benedetto. Un impianto per il quale si prevede un investimento di almeno 1,5milioni di euro, il tutto mentre nel quartier generale del tennis sambenedettese ci si prepara al Challenger previsto per il prossimo 23 luglio.

 
Il metodo per il restyling

Il project, annunciato fino a ieri per il restyling del circolo tennis di viale Buozzi, non sarà più lo strumento adottato dal Comune e dai privati per riqualificare l’impianto di tennis. La strada della finanza di progetto viene abbandonata in quanto troppo impegnativa come iter e soprattutto in passato non avrebbe registrato dei grandi successi. A questo si aggiungerebbero i costi lievitati, infatti rispetto al progetto iniziale i prezzi sarebbero aumentati per almeno il 40%. Da qui l’idea di riportare la progettazione della riqualificazione in casa, facendo elaborare l’intervento dagli uffici tecnici comunali, per poi metterlo a bando. L’amministrazione quindi andrebbe a dettare le linee guida e i privati dovranno rispondere con i loro elaborati. Ovviamente il Maggioni sarà uno dei partecipanti. Precisamente si procederà con un bando di gestione e costruzione che sarà emesso nelle prossime settimane. Il Maggioni da parte sua è pronto a rispondere con diverse soluzioni progettuali, ne avrebbe almeno tre in un cassetto. Uno di questi prevede tribune nuove a sud e a est, con tanto di area ristorazione. Quindi realizzazione di una nuova tribuna sul lato est, una piccola tribuna a sud, una palestra, una sala polivalente, ristorante e terrazza. La capienza per i match di tennis passerebbe così a oltre 2 mila spettatori potenziali, assicurandosi tornei nazionali e internazionali. Inoltre sia le gradinate che le tribune verrebbero collegate da una sorta di ponte sospeso. Ovviamente dalle parti del Maggioni la speranza è che a gestione rimanga nelle mani di chi lo ha avuto finora. Da parte del consigliere Giorgio Troiani l’auspicio affinché il Circolo rimanga nelle mani del Maggioni e afferma: «Abbiamo avuto finora una gestione ottima del presidente Afro Zoboletti che ha investito e puntato su questo Circolo raggiungendo grandi traguardi in questi anni». 
Il challenger dopo due anni di stop

Nel frattempo, il Maggioni si prepara al ritorno dell’ATP Challenger, dopo due anni di stop. L’evento si svolgerà da sabato 23 a domenica 31 luglio. La manifestazione sarà aperta al pubblico con capienza della struttura al cento per cento. Il montepremi si attesterà sui 50 mila dollari e garantirà al trionfatore 80 punti sulla classifica Atp. Un ritorno alla normalità per uno degli appuntamenti più attesi della Riviera e che registra sempre il tutto esaurito sugli spalti del circolo tennis. Uno degli eventi tennistici di maggiore richiamo per il centro Italia che ha visto passare campioni come Matteo Berrettini, Fabio Fognini e Stan Wawrinka.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA