San Benedetto, accoltellato alla gola dopo la lite in auto: lui è grave, preso l'aggressore 27enne

Accoltellato alla gola dopo la lite in auto: lui è grave, preso l'aggressore 27enne
Accoltellato alla gola dopo la lite in auto: lui è grave, preso l'aggressore 27enne
2 Minuti di Lettura
Sabato 12 Novembre 2022, 09:42 - Ultimo aggiornamento: 17:35

SAN BENEDETTO-  È stato preso ad Ascoli nella notte il giovane di 27 anni che ieri pomeriggio ha ferito al collo e al volto un macedone di 33 anni, ora ricoverato a Torrette, dopo una lite in auto avvenuta a Ragnola a San Benedetto del Tronto. La vittima è ancora in condizioni gravi ma non sarebbe in pericolo di vita.

Macerata, va all'esame della patente ma è collegato in vivavoce con un complice all'esterno: denunciato

Ha sferrato due coltellate, una al volto e l’altra alla gola. E’ stato un miracolo che quanto accaduto ieri pomeriggio in viale dello Sport non sia finito in tragedia. Intorno alle 15, 30 un uomo di 33 anni. B.G., macedone, è stato ferito gravemente da due fendenti sferrati da una persona che era in auto con lui. L’episodio è avvenuto intorno alle 15, 30, nel tratto di viale dello Sport che attraversa il quartiere di Ragnola, a pochi metri di distanza dalla chiesa della Sacra Famiglia. Stando alle ricostruzioni effettuate dai carabinieri, i due erano insieme in auto, una Mercedes bianca intestata al 33enne ferito. Probabilmente al culmine di una lite l’uomo, che era con la vittima, ha tirato fuori un coltello con il quale ha colpito per due volte l’amico prima al volto e poi alla gola. Questo secondo fendente, per fortuna, non ha toccato vene o arterie principali. I due sono usciti dall’auto contemporaneamente. Il trentatreenne si è accasciato a terra mentre l’altro è fuggito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA