San Benedetto, Canali: «Sarà una zona dall’aura magica e sospesa». L'architetto svela i piani per il Ballarin

San Benedetto, Canali: «Sarà una zona dall aura magica e sospesa». L'architetto svela i piani per il Ballarin
San Benedetto, Canali: «Sarà una zona dall’aura magica e sospesa». L'architetto svela i piani per il Ballarin
di Alessandra Clementi
3 Minuti di Lettura
Domenica 20 Novembre 2022, 03:40

SAN BENEDETTO - Tanto verde, giochi d’acqua, laghetti colorati per “una zona dall’aura magica e sospesa” nell’idea del nuovo Ballarin che ieri è stato illustrata dal professor Guido Canali davanti a un Auditorium gremito di tifosi, curiosi, tecnici e amministratori. 

 
«Il Ballarin sarà un parco urbano nel quale dovrà venire voglia di passeggiare, sostare e magari leggere un libro». Così l’archistar parmense ha introdotto il suo progetto. Ma cosa viene previsto? All’interno un padiglione per prendere un caffè e un panino, con zone ombreggiate dove leggere dei libri. Per quanto riguarda la viabilità rimarrà inalterata ma sono previste delle fasce sia in via Marchegiani che via Morosini per accogliere eventuali modifiche una volta redatto il nuovo Prg. La curva sud verrà reinventata, togliendo i volumi per lasciare lo scheletro, mentre verrebbero abbattute le tribune laterali e la curva nord. Ci saranno tanti pergolati, in una zona da insonorizzare per renderla una zona dall’aura magica e sospesa come l’ha definita Canali. 

La gradinata sud presenterà gradoni per sedersi e dove le mamme potranno vedere giocare i propri bambini mentre sulle gradinate superiori ci saranno rampicanti e alla sommità una schiera di oleandri e una lastra a sbalzo che potrebbe accogliere pannelli fotovoltaici. Il campo sarà delimitato con muri di 2 metri e un rilevato fino 3,5 metri così da far diventare il parco una conca protetta lasciando fuori il traffico. Il rilevato sarà abbellito da essenze mediterranee con gli allori i corbezzoli. Inoltre si intende dotare il parco di attrezzature per il gioco, con altalene, teleferiche tutte rivestite dal verde. Torna il tema dell’acqua con un canale che attraversa il parco, uno specchio d’acqua in una sorta di lago con tanto di spruzzi gioiosi e nuvole nebulizzanti. Un portico con pergolato nella struttura centrale, coperto di verde e sculture vegetali. 

A introdurre l’architetto Canali è stato il sindaco Spazzafumo: «Vogliamo che il Ballarin diventi un punto di riferimento, un’opera di cui l’architetto possa vantarsi in tutto il mondo». Parole di elogio dagli architetti sambenedettesi Luigi Anelli e Giacomo Acciarri. Soddisfatto il presidente di quartiere Alfredo Isopi che ha pure chiesto se il professore avesse tenuto conto della restante area portuale nell’elaborare il progetto. Ma l’intervento più critico è stato quello del tifoso Iacopo Zappasodi: «A questi sambenedettesi Spazzafumo aveva chiesto il voto sulla base di altri progetti, poi è arrivato l’archistar che ha presentato il suo elaborato dentro gli uffici della ditta del sindaco. Dove sta la campagna di ascolto dell’amministrazione? È una provocazione presentare oggi il progetto in qualche minuto a fronte di settimane che Canali ha avuto per elaborarlo. Noi non siamo stati affatto coinvolti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA