Un'altra bravata dei vandali: tubo tagliato e giardini allagati

Martedì 4 Agosto 2020 di Emidio Lattanzi
Un'altra bravata dei vandali: tubo tagliato e giardini allagati

SAN BENEDETTO - In tempi di emergenza idrica l’atto vandalico messo a segno da alcuni teppisti nella notte tra lunedì e martedì ha una doppia, pessima, valenza. Qualcuno si è infatti divertito a tranciare uno degli irrigatori installati nel giardino “Nuttate de Luna” a San Benedetto e il risultato è stato che l’acqua ha iniziato ad uscire copiosamente con un potente getto. 

LEGGI ANCHE:
Scatta l’allarme ragazzini terribili, tentati furti e schiamazzi. Notti insonni dei residenti che chiamano i carabinieri

Autorizzati a bere dai genitori, girano con zaini pieni di alcolici: «Sono ragazzi, dovranno pure divertirsi»

Con lo spreco che si è aggiunto al danno. Danno che è stato segnalato al Comune da dove è stato predisposto l’intervento riparatore avvenuto già nella mattinata di ieri. Ma non si è trattato di un caso isolato. Se al momento si ha notizia soltanto di questo danno, la notte tra domenica e lunedì è stata teatro di problemi lungo le vie del centro. 
 
Ancora l’alcol 
Schiamazzi ed episodi di ubriachezza molesta che hanno costretto gli agenti di polizia di pattuglia in Riviera a numerosi interventi. I poliziotti hanno avuto spesso a che fare con minori completamente ubriachi e sono stati costretti in diversi casi ad allertare i genitori. Il tutto dopo la riunione avvenuta la scorsa settimana nella quale il sindaco Pasqualino Piunti aveva chiesto al prefetto e al questore un “occhio di riguardo” per le vie limitrofe alle strade principali della movida. 
Le strade “sfogatoio” 
Una richiesta che è stata esaudita dal momento che nella notte tra sabato e domenica la polizia è più volte intervenuta in via Gallo e via Aspromonte, le due strade “secondarie” divenute da tempo lo “sfogatoio” dai ragazzi reduci dalle notti brave. I poliziotti sono intervenuti a più ripresi anche sanzionandone alcuni e riscuotendo il consenso gli applausi dei residenti esasperati. 
Il rispetto dei giovani 
«Grazie alla polizia - hanno spiegato alcuni residenti - è stato bello vederli intervenire ma è stato brutto vedere dei ragazzini mancare platealmente di rispetto alle divise». Quanto accaduto nella notte tra domenica e lunedì invece, con i ragazzini completamente ubriachi in giro per le vie del centro e del lungomare, conferma quanto affermato dal questore nei giorni scorsi: certi fenomeni sono spesso anche frutto di una cattiva educazione ed è su questo che occorrerebbe anche lavorare dal momento che le forze dell’ordine nulla possono con le famiglie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA