Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

In bilancio ci sono 68 milioni da spendere ma i sogni sono riposti nella lotteria del Pnrr: ecco quali i progetti in cantiere

La commissione bilancio riunita ieri
La commissione bilancio riunita ieri
di Alessandra Clementi
3 Minuti di Lettura
Martedì 22 Marzo 2022, 08:50

SAN BENEDETTO - Il ponte sull’Albula, il Ballarin e le scogliere. Sono solo alcune delle opere inserite nel bilancio di previsione che vede oltre 7milioni di euro di investimenti, più di 6milioni di fondi accantonati a garanzia delle mancate entrate, 14milioni di euro per il personale e soprattutto il caro bollette che incide per 3,6milioni di euro. 

 
Gli investimenti
Per quanto riguarda gli investimenti, che per il 2022 ammonteranno a 7.862.000 euro fanno riferimento alla messa in sicurezza del ponte sull’Albula in viale Trieste per 1,3milioni di euro, marciapiedi per 300mila euro, nuovi pali dell’illuminazione per 200mila euro, tornano i 2milioni di euro per il lungomare, mentre per il Ballarin ci sono 2.440.000 euro, mentre per gli impianti sportivi sono stati stanziati 280mila euro, per le scogliere emerse 300mila euro che diventeranno 650mila nel 2023. Opere di urbanizzazione primaria per 630mila euro, ristrutturazione del polo scolastico di via Ferri per 770mila euro e l’adeguamento della scuola Caselli per 2,1milioni di euro. Per il 2023 gran parte delle opere previste si basano sui bandi del Pnrr dove vengono previsti 385mila euro per la scuola Marchegiani, diversi interventi punteranno a potenziare il tempo pieno e quindi saranno investiti sulle mense a cominciare dalla Caselli per 620mila euro, il polo della scuola Curzi per 1,5milioni, l’asilo nido alla scuola Alfortville per 1milione di euro, la sistemazione di una zona palestra presso il cortile della Curzi per 165mila euro. Si prosegue poi con l’efficientamento energetico della scuola Miscia per 3milioni e la ristrutturazione dell’istituto Spalvieri. Si sommano poi 2milioni di euro per il recupero di villa Rambelli e 567mila euro per piazza Montebello, infine 1,2milioni di euro per la vasca esterna piscina. 


Le spese
Sul fronte delle spese correnti si trovano 433mila euro per la rata dei crediti di dubbia esigibilità, ovvero le entrate che il Comune potrebbe non riscuotere. A cui si somma il fondo per debiti commerciali di 300mila euro destinato a garantire le entrate e le uscite nel caso non si rispettino i tempi per i pagamenti. Il fondo rischio contenzioso per tutelare l’amministrazione di fronte ad azioni legali aumentato di 100mila euro, il fondo svalutazione crediti per 400mila euro, 6.140.000 euro quali risorse accantonate per garantire stabilità del bilancio. Tra le spese fisse c’è quella del personale per 14.270.000 euro, spese per materie prime da destinare alle mense per 860.000 euro. Acquisto di servizi attraverso le convenzioni stilate con le cooperative per oltre 6,5milioni di euro. Così l’acquisto delle utenze di calore e luce che incide per 3.660.000 euro pari al 5% del bilancio del Comune. La gestione dei rifiuti incide per 11,5miioni di euro, 950mila euro per la gestione del cimitero e spese per il trasporto scolastico per 500mila euro. E’ stata aumentata la previsione di spesa per le voci sport e cultura visto che quest’anno torneranno la festa della Madonna della Marina, la festa del Patrono e il 1° maggio all’Agraria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA