San Benedetto, un ascolano vince
l'abbonamento allo stadio Riviera

Martedì 23 Agosto 2016
Roberto Cestarelli con la moglie

SAN BENEDETTO - Festa di San Pio X, domenica sera. Come ogni avvenimento parrocchiale che si rispetti arriva il momento in cui, dal cilindro vengono estratti a sorte i biglietti vincenti dell’immancabile lotteria abbinata ai festeggiamenti. Così, dal più basso al più alto, vengono estratti i vari tagliandi che daranno diritto, ai loro possessori, di portarsi a casa i vari premi. Tra questi (siamo ad un centinaio di metri dallo stadio Riviera delle Palme), c’è un abbonamento della Sambenedettese Calcio. Non sarà il premio che ti cambia la vita ma, come si dice, niente non è, soprattutto per chi è nato e vissuto in Riviera dove anche se di pallone non ti intendi, la Samb sai bene cosa sia. Ma, come si dice, il diavolo fa le pentole ma non i coperchi. 
Così il biglietto viene estratto e, ironia della sorte, ad alzarsi in piedi per reclamare ciò che gli spetta di diritto, è un giornalista pubblicista, ex funzionario della Camera di Commercio, ora in pensione, Roberto Cestarelli. Si avvicina agli organizzatori e chiede cosa ha vinto. Quando glielo dicono rimane esterrefatto. E’ ascolano, non un grande appassionato di calcio in generale ma, abbonarsi alla Samb, è davvero un po’ troppo. 
«Vedremo se sarà possibile trovare un premio alternativo – spiega pacificamente – altrimenti lo cederò a qualche altro partecipante alla lotteria che è tifoso della Samb e che saprà sicuramente apprezzarlo meglio di me». Una storia singolare che si è svolta però nel miglior spirito sportivo e, perché no, anche un po’ campanilistico. Di certo una vicenda da raccontare agli amici quando le vacanze finiranno e si tornerà al tran tran della quotidianità invernale ricordando anche le belle serate della festa di San Pio X che quest’anno è stata frequentata davvero da un gran numero di persone. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA