Nuovo Piano spiaggia, penalizzati gli eventi: solo 15 le giornate dedicate al divertimento

La spiaggia di San Benedetto
La spiaggia di San Benedetto
di Alessandra Clementi
2 Minuti di Lettura
Domenica 10 Dicembre 2023, 03:55 - Ultimo aggiornamento: 12:10


SAN BENEDETTO - Un nuovo piano spiaggia, obiettivo che si è posto il Comune per venire incontro alle esigenze dei concessionari e adeguarsi alle norme sull’arenile dettate dal Piano di gestione integrata delle zone costiere (Gizc). L’amministrazione impegnerà 100mila euro per procedere con la pianificazione. 

 
L’adeguamento


Si tratterà di un adeguamento di fronte alle normative messe in campo dalla Regione e sarà l’occasione anche per attuare innovazioni sull’occupazione del litorale. Si prevede una cooperazione tra amministrazione e operatori con un iter che andrà a coinvolgere le associazioni di categoria. Il problema sarà rappresentato dagli adeguamenti difficili da attuare in previsione delle aste che la normativa europea impone a partire dal prossimo anno. Il Piano di gestione integrata prevede che la lunghezza del fronte mare delle aree libere non potrà essere inferiore al 35% della lunghezza del litorale di ogni Comune, escludendo le zone non fruibili.

Inoltre il piano spiaggia dovrà indicare le linee della costa sulla base dei dati forniti dal demanio e si dovrà tenere conto dei vincoli imposti dalle infrastrutture ferroviarie. 
Diventerà facoltà dei Comuni autorizzare lo svolgimento temporaneo di manifestazioni ricreative e sportive e nelle aree libere fino a 15 giorni l’anno. Come avvenuto nell’area dell’ex Camping dove è stata smantellata a Beach arena. 

 


I criteri da rispettare riguardano la superficie pavimentata, che dovrà essere amovibile e a carattere stagionale con il solo scopo di garantire l’accessibilità e la visibilità degli stabilimenti. Quindi niente strutture fisse. La pavimentazione non potrà superare il 20% negli chalet. Inoltre la superficie copribile non potrà essere superiore al 20% dell’area in concessione con esclusione di tende, tettorie, portici e attrezzature. Infine l’altezza massima dello chalet non potrà essere superiore a 4 metri e i manufatti potranno avere una copertura da adibire a solarium.

© RIPRODUZIONE RISERVATA