Richiamato per il cane senza guinzaglio, stende una ragazza con un pugno: identificato l'aggressore

Lunedì 7 Dicembre 2020
San Benedetto. richiamato per il cane senza guinzaglio, stende una ragazza con un pugno: identificato l'aggressore

SAN BENEDETTO - Un pugno in faccia ad una ragazza di ventisei anni per una lite sui cani. E' successo oggi, intorno alle 12 sul lungomare di San Benedetto.

LEGGI ANCHE:

Protagonista della vicenda un trentenne di San Benedetto che è poi stato identificato dalla polizia del commissariato mentre i sanitari del 118, arrivati a bordo di un'ambulanza, medicavano la giovane.

 

Il motivo? Una lite per i cani che i due stavano portando a spasso. Lei aveva il proprio cane di piccola taglia al guinzaglio e stava passeggiando insieme a un'amica quando, stando a quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, è arrivato il trentenne, anch'egli in compagnia di un'altra persona, insieme al proprio cane che però non era legato. Si è avventato sul cagnolino e la giovane ha tentato di mettersi in mezzo per difenderlo intimando all'uomo di usare il guinzaglio. Ma lui si è diretto verso di lei e le ha dato un pugno sul naso. La ragazza - stando sempre alle testimonianze raccolte - ha tentato di allontanarlo e lui l'ha sbattuta contro il tronco di una delle palme che si trovano lungo la passeggiata. Sul posto è stata chiamata la polizia del commissariato che ha fermato, alcune decine di metri più a Nord, il trentenne e lo ha identificato. Per la ventiseienne, che perdeva sangue, è stato richiesto l'intervento dell'ambulanza del 118 a bordo della quale è poi stata trasportata al Pronto soccorso. 

Ultimo aggiornamento: 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA