Mancini, un gol per rilanciare il turismo. Il testimonial delle Marche ad Ascoli e Fermo: «Al Del Duca quante battaglie»

Giovedì 15 Aprile 2021 di Pierfrancesco Simoni e Chiara Morini
Il Ct Roberto Mancini con il sindaco Marco Fioravanti

ASCOLI - Il progetto di Roberto Mancini testimonial per la Regione Marche era stato presentato qualche settimana fa a Palazzo Raffaello: il ct della nazionale aveva accettato di legare la propria immagine a quella della nostra regione, per favorirne il rilancio soprattutto nel post Covid.

LEGGI ANCHE

Ilary Blasi stupisce Totti e gli lascia un regalo sul letto. E Francesco: «Che sorpresa»

Studente universitario si impicca a 23 anni prima di un esame: il cane veglia il corpo

 

Entusiasmo a parte, e per il momento finiti gli impegni calcistici con l’Italia, il ct della Nazionale, nella giornata di ieri, ha fatto un tour a Fermo e ad Ascoli, per girare le prime immagini promozionali della nuova campagna turistica delle Marche per il 2021. 


La piazza
Al suo arrivo ad Ascoli, ieri pomeriggio, per le riprese, è stato accolto dal sindaco Marco Fioravanti, e dagli assessori Nico Stallone e Monica Acciarri.Il ct azzurro ha visitato la Pinacoteca, poi piazza del Popolo ed infine il teatro Ventidio Basso. Scambiando qualche battuta con un tifoso, Mancini ha ricordato le sfide al Del Duca con le maglie del Bologna e della Sampdoria. «Affrontare l’Ascoli era difficilissimo». In particolare, nell’ultima giornata del campionato di serie A, stagione 1981-82, l’Ascoli si impose per 2-1 e i rossoblù, con Mancini in campo, retrocessero in cadetteria. Mancini si è informato sull’attuale situazione del Picchio, augurandosi che riesca ad ottenere la salvezza.

Un flash anche con l’assessore Nico Stallone. Il tecnico della Primavera bianconera gli ha rivelato di essere anche lui un allenatore di calcio. Mancini gli ha fatto un in bocca al lupo, assicurando che seguirà ancora più da vicino la vicende dei baby bianconeri e poi ha scherzato: «Mi fa piacere che alleni, quindi capisci che è un lavoro che può sembrare bello ma che in realtà è molto faticoso».

Stallone ha poi raccontato: «Mancini mi ha confessato che Ascoli gli è piaciuta molto e di sentirsi orgoglioso di rappresentare la bellezza della nostra città. Per me è il testimonial più azzeccato per promuovere le Marche. Innanzi tutto, siamo alla vigilia degli Europei ed il tecnico degli azzurri sarà uno dei personaggi più in vista in Italia e all’estero nei mesi estivi. Inoltre, è una persona garbata e a modo per cui incarna perfettamente le caratteristiche di una regione che è accogliente e dove si respira cultura». 

A Fermo
In precedenza, Mancini era stato nella suggestiva Torre di Palme, nel comune di Fermo, dove ha fatto un giro tra i vicoli del borgo, inserito tra i più belli d’Italia. A seguirlo gli operatori del set che stanno girando le immagini da diffondere a scopo promozionale, e le riprese si sono concentrate in particolare nella chiesa di Sant’Agostino, dove è conservato un Polittico di Vittore Crivelli. Immancabile la tappa al belvedere, con il panorama del Fermano a fare da scenografia alle immagini riprese. La soddisfazione del sindaco Paolo Calcinaro e dell’assessore allo Sport Alberto Scarfini è stata tanta, dopo aver ospitato, negli anni scorsi, anche l’altro testimonial sportivo, Vincenzo Nibali. Quest’anno è diverso, il personaggio destinato alla campagna è marchigiano, originario di Jesi, e il giro assume maggiore significato.


La scelta
La scelta di Mancini per promuovere le Marche è stata voluta dal presidente Francesco Acquaroli in persona, che ha tenuto per sé proprio la delega al Turismo e che, insieme alla Camera di Commercio delle Marche, partner in questa iniziativa, e allo stesso Roberto Mancini, nella giornata di oggi presenterà in conferenza stampa tutto il cronoprogramma e i singoli dettagli del progetto. Al momento sembra che il selezionatore azzurro abbia già registrato i riferimenti audio nei locali regionali, e che ieri, nel Fermano e nel Piceno, abbia realizzato solo immagini. 

Ultimo aggiornamento: 16:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA