Psicosi pantera nera, avvistata sulle colline. I carabinieri forestali installano fototrappole

Sabato 1 Agosto 2020 di Emidio Lattanzi
La strada sulle colline di Ripatransone dove sarebbe stata avvistato l'animale

RIPATRANSONE - Nuovo avvistamento del grosso felino tra le colline di Ripatransone. E anche in questo caso le descrizioni parlano di un esemplare estremamente somigliante ad una pantera.

LEGGI ANCHE:
Febbre al rientro dalle ferie, è positivo al Covid. E' un addetto alla raccolta rifiuti, scatta l'allarme

Michele, 35 anni, papà, si schianta in moto contro un camion e muore

È stato avvistato nella serata di giovedì nella zona della Petrella, lungo la strada che collega il campo sportivo cittadino a contrada San Venanzio e che corre a ridosso del confine tra i territori comunali di Ripatransone e Cupra Marittima. 

 
La testimonianza
La descrizione, considerata attendibile dalle forze dell’ordine, parla di un grosso felino scuro con una lunga coda ed estremamente più grande di un cane che passava a ridosso di una strada brecciata ma in un punto illuminato. Un’altra segnalazione dunque che si pone sulla scia dei numerosi avvistamenti che si stanno registrando dalla prima settimana di luglio. La prima volta che qualcuno aveva parlato di un grosso felino era infatti stato nella notte tra l’8 e il 9 luglio e da quel momento in poi si sono susseguiti alcuni avvistamenti che erano però avvenuti in orari notturni e nella semioscurità. Situazioni che avevano però spinto un po’ tutti a pensare che si potesse trattare di un lupo scuro e praticamente grande ma mercoledì è avvenuto il primo avvistamento diurno effettuato da una donna che era in auto e si è trovata l’animale ad una distanza di non più di quindici metri. Quindi quello che è accaduto la notte scorsa. A questo punto sia il Comune che le forze dell’ordine, rappresentate dai carabinieri forestali che si stanno occupando della vicenda e che stanno pattugliando la zona, vogliono vederci chiaro e trovare l’animale. Nei prossimi giorni saranno installate delle fototrappole nella speranza che possano intercettare il felino. 

Le fototrappole
Ci vorrà anche un po’ di fortuna dal momento che il territorio è vasto. Nel caso in cui gli obiettivi fotografici dovessero immortalare davvero una pantera o un animale pericoloso allora sarà la Questura a decidere come agire. Sembra scontato, ad ogni modo, che la strategia sarà quella di cercare di catturare l’animale e portarlo in un habitat più adeguato anche perché, se davvero di animale feroce dovesse trattarsi, oltre che alla salvaguardia del felino sarà necessario anche tutelare la pubblica incolumità perché quella zona, seppure non particolarmente trafficata, viene percorsa anche da ciclisti e appassionati di mountain bike. Nel frattempo viene anche monitorata la situazione relativamente a pollai o allevamenti. Nei giorni scorsi si erano verificati degli ammanchi in alcuni ovili ma non essendoci allarmi di sorta, relativamente al felino, le carcasse erano state smaltite senza fare verifiche anche se, a detta degli agricoltori, in quei casi si era trattato quasi certamente di lupi. Mancano inoltre le impronte dell’animale dal momento che la terra è completamente secca in questo periodo e qualsiasi cosa stia percorrendo quelle campagne non sta lasciando alcuna traccia del proprio passaggio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 10:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA