Ripatransone, Comitato No trivelle
contro un nuovo metanodotto

Mercoledì 23 Agosto 2017
Il percorso del metanodotto

RIPATRANSONE - «Chissà cosa penseranno i turisti che in questi giorni attraversano le colline, lungo il percorso del Rosso Piceno Superiore, quando vedono la “superstrada” del metano che sta facendo strage di viti, ulivi, querce e quant’altro incontra lungo il suo percorso?». È quanto si chiede il Comitato No trivelle nel Piceno che denuncia « il pesante tributo che il nostro territorio ancora una volta è chiamato a pagare per le scelte dei nostri Governi sulle politiche energetiche, questo metanodotto non è per il nostro fabbisogno ma per seguire una politica sbagliata di asservimento dei Paesi del Nord Europa». Si tratta dell’imponente metanodotto “Cellino-Teramo-San Marco 2° tronco” parte da Teramo e arriva a Sant’Elpidio a Mare, con il suo fronte di 18 metri attraversa le campagne per un totale di 75 chilometri.  Attraverserà 6 Comuni della Provincia : Ascoli, Castel di Lama, Castorano, Offida, Ripatransone , Montefiore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA