Incubo sulla Salaria, l'autovelox non perdona: oltre 500 multe per chi va a tutto gas

Salaria, l'autovelox che non perdona: oltre 500 multe per chi va a tutto gas
Salaria, l'autovelox che non perdona: oltre 500 multe per chi va a tutto gas
di Marco Braccetti
3 Minuti di Lettura
Martedì 4 Ottobre 2022, 02:35 - Ultimo aggiornamento: 15:23

MONTEPRANDONE - Eccessi di velocità lungo le strade: oltre 500 sanzioni tra giugno e settembre dalla polizia municipale monteprandonese. Tante, ma comunque in calo rispetto allo stesso periodo del 2021. Intanto, prosegue anche nel mese di ottobre la certosina campagna di sicurezza stradale, che vede gli agenti impegnati con controlli-autovelox, lungo le arterie più trafficate: Salaria in primis. 

 
Il piano


Partito ieri mattina con un controllo previsto lungo via San Giacomo, il piano del mese in corso prosegue con altri tre screening. Esattamente: venerdì 14 (dalle ore 13:30 alle 16:30) gli agenti saranno lungo la Salaria, zona contrada Sant’Anna. Mercoledì 19, dalle 13:30 alle 16:30, osservata speciale sarà ancora la via Salaria, ma stavolta nella zona di contrada San Donato. Infine: lunedì 24, dalle ore 8 alle 11, sarà controllata via Scopa, zona industriale di Centobuchi. Questi punti non sono stati scelti così a caso.

«Abbiamo iniziato questa campagna ormai tre anni fa e, inizialmente, scegliemmo quei punti perché lì risultavano ripetersi molti incidenti - dice Eugenio Vendrame: comandante della polizia locale -. Da quando effettuiamo tale particolare presidio, i sinistri si sono sensibilmente ridotti e ciò ci fa particolarmente piacere». Si sono ridotte anche le multe, segno che sempre più automobilisti guidano senza premere troppo il piede sull’acceleratore. Come accennato all’inizio, a Monteprandone sono state 502 le multe per eccesso di velocità registrate con autovelox tra giugno e settembre 2022. Erano 574 nello stesso periodo dello scorso anno.

Nella stragrande maggioranza dei casi, i multati non avevano superato di oltre 10 km/h il limite di velocità, dunque la sanzione si muoveva tra i 42 ed i 173 euro. Ma quest’anno ci sono stati anche 214 verbali per sforamenti di oltre 40 km/h ai limiti, ma comunque non oltre 60, con ammende possono andare da 543 a 2.170 euro. Una nota positiva: non si sono rilevati casi particolarmente gravi, ossia superamenti di oltre 60 km/h i limiti massimi di velocità. Restando in tema: il comando della Municipale ha snocciolato anche i dati delle sanzioni rilevate grazie al semaforo “VistaRed”. Impianto posto sulla Salaria che fotografa automaticamente le targhe dei mezzi che passano col rosso, facendo scattare le relative multe. Ebbene, nel periodo giugno/settembre 2021 si sono contate 209 infrazioni. 


Le irregolarità


Mentre da giugno alla prima quindicina di settembre 2022, i casi irregolari son stati 171. In generale, i vigili fanno sapere che anche le multe del “VistaRed” stanno pian piano calando. In questo trend, incide la consapevolezza di molti automobilisti che, ormai, sanno di poter beccare la multa attraversando irregolarmente quel semaforo e, dunque, prestano la massima attenzione. Su questo fronte, vale la pena ricordare quanto successo anni fa a San Benedetto. Nel 2015, venne attivato un “VistaRed” all’incrocio tra le vie San Martino e Pizzi. All’inizio, molti automobilisti ignari nella novità continuavano a passare col rosso, soprattutto in piena notte o all’alba, quando il traffico è quasi zero. Risultato? Oltre 1.800 multe nel giro di pochi mesi. Ma, nel giro di poco tempo, quei numeri si sono drasticamente ridimensionati.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA