Monteprandone, droga non pagata
Minacciano un tossicodipendente

Minacce e atti persecutori
a un tossicodipenente
per la droga non pagata
MONTEPRANDONE - I carabinieri del comando provinciale di Ascoli Piceno sono intervenuti ieri a Monteprandone. Hanno bloccatodue albanesi di 32 e 33 anni residenti a San Benedetto e già conosciuti alle forze dell’ordine con l'accusa di aver minacciato e quindi portato a termine un'estorsione da 200 euro ai danni di un tossocodipendente di Monsampolo, forse per cessione di droga non pagata. Ma per “recuperare” quei soldi avevano agito a suon di minacce e mettendo in atto una vera e propria serie di atti persecutori per i quali ci si è trovati, di fatto, davanti ad una operazione estorsiva nei confronti del giovane. I carabinieri, immediatamente intervenuti, li hanno bloccati e arrestati per estorsione e per detenzione di stupefacenti visto che, all’esito delle perquisizioni personali e domiciliari sono stati trovati in possesso di alcuni grammi di cocaina. I due si trovano ora rinchiusi nel carcere di Marino del Tronto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerd├Č 18 Maggio 2018, 09:40 - Ultimo aggiornamento: 18-05-2018 09:40

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO