Fermento Marchigiano, la birra è un brand: dal 18 agosto un trionfo di sapori

Fermento Marchigiano, la birra è un brand: dal 18 agosto un trionfo di sapori
Fermento Marchigiano, la birra è un brand: dal 18 agosto un trionfo di sapori
3 Minuti di Lettura
Sabato 13 Agosto 2022, 07:50

MONTEPRANDONE  - Dodici birrifici, 60 qualità di birre, raffiche di golosità preparate da 9 attività gastronomiche del territorio. Ecco “Fermento Marchigiano”. Dopo due anni di assenza (causa Covid) il Festival della birra artigianale e della gastronomia locale torna a vivacizzare Monteprandone.

 
Le date
Appuntamento dal 18 al 21 agosto, sempre di sera, con gli stand collocati lungo via Leopardi. Strada che, per l’occasione, diverrà la “via del Buongusto”. Siamo alla quarta edizione di questa kermesse, organizzata come sempre dall’associazione culturale “Le Due Porte” del presidente Stefano Barbizzi. Certo, durante l’attuale bella stagione, le iniziative legate alla birra ed al cibo non mancano e non mancheranno. Cos’ha questa di particolare? «Puntiamo davvero molto sulla qualità e sull’originalità dei prodotti - risponde Barbizzi -. I birrifici sono tutti d’eccellenza: 8 provengono da tutte le Marche, 2 dall’Abruzzo, 1 dal Lazio e 1 dalla Lombardia. Per quanto riguarda il cibo, abbiamo chiesto ai nostri partner di proporre pietanze diverse da quelle che si possono trovare in una normale sagra». Su questo fronte, i buongustai avranno davvero di che godere. Solo qualche esempio: galletto alla birra, pizza all’amatriciana oltre al mitico roast-beef della signora Ermetina. Immancabile, il ciauscolo: salume-simbolo di questa regione.

Soddisfazioni anche per i golosoni, con maritozzi carichi di crema al pistacchio e panna e tanto gelato artigianale. Nel dettaglio, le attività convolte da “Fermento Marchigiano” sono: Hotel-Ristorante San Giacomo, Pub Re Nero, Caffè Paradise, House Café, Macelleria Di Gigi, Forno Di Biagio, Pizzeria Divina, Osteria 1887 e Caffè del Borgo 1974. L’evento verrà allietato dalla musica live, con gruppi diversi ogni giorno. Inoltre, è stato attivato un servizio di bus-navetta gratuito che collegherà la festa sia con la costa (Porto d’Ascoli e S. Benedetto) che con l’area di Centobuchi e del Santuario di S. Giacomo. “Fermento Marchigiano” è patrocinato dal Comune di Monteprandone e dal Consiglio regionale delle Marche.

Nel corso della presentazione ufficiale, svoltasi giovedì in sala consiliare, il sindaco Sergio Loggi ha ricordato la genesi dell’evento: «Nel 2017, era nato con l’intento di ridare vitalità ad un territorio quasi svuotato, dopo il terremoto. L’obiettivo venne centrato alla perfezione e ora, dopo la pandemia, quest’iniziativa torna ad assumere un significato importante». Mentre il consigliere regionale Andrea Assenti ha tracciato la rotta per l’avvenire: «Quello tra birra e cucina tipica è un connubio vincente che può valorizzare tutta la regione. 


Le motivazioni
L’idea è quella di creare un brand che riguardi l’intero territorio. Dunque, in futuro, lavoreremo per far crescere ulteriormente “Fermento Marchigiano”, anche oltre i confini monteprandonesi». Per maggiori informazioni, c’è l’indirizzo e-mail: associazioneledueporte@gmail.com; oppure le pagine ufficiali Facebook e Instagram di “Fermento Marchigiano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA