Lorenzo non ce l'ha fatta: ucciso dalla malattia a 40 anni dopo una lunga battaglia

Giovedì 21 Maggio 2020
Monsampolo, Lorenzo non ce l'ha fatta: ucciso dalla malattia a 40 anni dopo una lunga battaglia

MONSAMPOLO - Quel sorriso che metteva in evidenza le fossette. Quegli occhi che sapevano di buono. Quel ragazzo che aveva ancora tutta una vita davanti, da consumare insieme alla sua Elena. Donna coraggio che, da Perugia, si era trasferita qui per costruire una vita in due. Lo scorso 23 agosto le nozze: un momento di profonda felicità. Poi il buio: il tunnel di un brutto male dal quale non sono riusciti ad uscire, sebbene lottassero sempre insieme e sempre l’uno accanto all’altra. Lorenzo De Laurentis, 40 anni, non ce l’ha fatta. Dipendente della Monte Paschi di Siena, aveva girato l’Italia, passando dalla filiali della Puglia a quelle di Potenza Picena. 

LEGGI ANCHE: Coronavirus, tre morti in un giorno: sono due donne del pesarese e una di Osimo. Nelle Marche 990 vittime/ I contagi nelle regioni in tempo reale

Pochi mesi fa il trasferimento ad Ascoli ed il sogno, finalmente, di una vita insieme alla sua Elena. Ma il sogno si è spezzato. Lorenzo se n’è andato martedì pomeriggio all’ospedale Mazzoni di Ascoli. A piangerlo i genitori Domenico (per tutti Mimmo) ed Anna, il fratello minore Guido, gli zii, i cugini e tutti gli amici di Stella e non solo. Lorenzo era stato dirigente della Vis Stella e segretario del locale circolo del Pd. Sei anni fu candidato consigliere nella lista “Uniti Verso il Futuro” che poi risultò vincente, eleggendo a sindaco Pierluigi Caioni, Poi i continui trasferimenti per lavoro. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA