Intervento maxillo facciale a Torrette salta dopo 7 mesi di attesa, la protesta di una ragazza di Ascoli: «Avvisata un'ora prima»

Intervento maxillo facciale a Torrette salta dopo 7 mesi di attesa, la protesta di una ragazza di Ascoli
Intervento maxillo facciale a Torrette salta dopo 7 mesi di attesa, la protesta di una ragazza di Ascoli
3 Minuti di Lettura
Domenica 3 Luglio 2022, 03:55

ASCOLI Sette mesi di attesa per un’operazione di maxillo facciale, divenuta ormai urgente, causata da un’estrazione dentaria mal riuscita, è stata annullata all’ospedale Torrette.

Una ragazza di Ascoli di 27 anni dopo essere riuscita ad ottenere il via libera per l’intervento che tanto aspettava, si è ritrovata spaesata alla notizia che non sarebbe stata sottoposta a nessuna operazione per problemi di salute del chirurgo.

Notizia che le è stata comunicata un’ora prima di andare sotto ai ferri. L’odissea è iniziata proprio in quel momento. «Il personale del reparto in questione non ha avuto nessun tipo di premura nel tutelarmi e comunicare in netto anticipo l’annullamento dell’intervento» afferma . Dopo aver chiesto un giorno di ferie per affrontare l’intervento, le spese del viaggio fino ad Ancona, le terapie preventive e costi del tampone anti-Covid prima di entrare nella struttura, la giovane non ha ottenuto nulla «se non zero sensibilità ed empatia. Due delle tante prerogative - afferma - che ci si dovrebbe aspettare da medici, infermieri e operatori sanitari». 

C'è poco personale sanitario

La situazione della scarsità di personale ospedaliero in Italia è ormai più che nota e il loro malcontento della mole di lavoro da affrontare è comprensibile. «Mi ha detto di essere infiltrata perché, secondo l’operatrice sanitaria, non sarei nemmeno dovuta essere in lista, insinuando un trattamento preferenziale. Ma ci si dovrebbe aspettare accortezza per i pazienti che si affidano alla sanità pubblica, e senza volere, si ritrovano in situazioni spiacevoli con il solo obiettivo di avere chiarezza». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA