La rivoluzione sostenibile di Grottammare: via Verdi chiude alle auto per passare dall'area giochi al lungomare

Via Verdi
Via Verdi
di Luigina Pezzoli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 17 Giugno 2022, 12:39

GROTTAMMARE - È pronto e già percorribile il nuovo tratto ciclopedonale di via Verdi: dal centro cittadino diventa più facile raggiungere il lungomare e le aree ludiche. A seguito del recente cambio di viabilità, che ha trasformato in doppio senso di circolazione via Laureati dal lungomare all’incrocio con via Crucioli, è stato possibile chiudere il tratto di una strada finora condivisa tra pedoni, ciclisti e automobilisti, con non poche difficoltà per tutti, soprattutto nell’attraversamento dello stretto sottopasso ferroviario che collega via Verdi con il mare e la Bambinopoli. 


L’intervento
«C’eravamo accorti che quel tratto poteva essere completamente ripensato - dichiarano l’assessore ai Lavori pubblici Manolo Olivieri e il consigliere Bruno Talamonti delegato alle Manutenzioni - prima di questa modifica pedoni e ciclisti erano costretti a schiacciarsi alle pareti del puntino di via Verdi, incrociando le auto che provenivano dal lungomare. Una situazione alla quale abbiamo voluto porre rimedio attraverso la nuova viabilità. Ora finalmente i bambini e le famiglie potranno vivere in sicurezza quel tratto di strada che per giunta è adiacente ad un parco giochi». Il progetto, approvato dalla Giunta comunale lo scorso dicembre, è stato realizzato dalla ditta D’Antonio Raffaele srl di Grottammare al costo complessivo di 30.073,45 euro, di cui 12mila euro provenienti da finanziamento regionale. «I lavori non sono ancora conclusi, mancano ancora alcuni dettagli che saranno ultimati nei prossimi giorni, come la segnaletica lampeggiante in corrispondenza degli attraversamenti, ma abbiamo deciso di aprire comunque il nuovo tratto per consentirne la fruizione» precisano Olivieri e Talamonti. In particolare la pedonalizzazione del lato est di via Verdi ha coinvolto anche il tratto finale di via Laureati, dove oltre al cambio di circolazione, per assorbire il traffico escluso da via Verdi, è stato realizzato un rialzo ciclopedonale che ora permette di raggiungere con maggior sicurezza il centro cittadino dalla stazione ferroviaria, percorrendo il viale ciclopedonale che costeggia le aree della pineta Ricciotti. «Quest’opera si inserisce in un progetto più ampio di ripensamento e potenziamento dei percorsi ciclabili che collegano la stazione al lungomare e al corso Mazzini - affermano il sindaco Piergallini e l’assessore Alessandra Biocca -, fino a pochi mesi fa la pista ciclopedonale sotto la Pineta Ricciotti si interrompeva alla Bambinopoli. Essa, invece, oggi prosegue fino a via Laureati, collegandosi con corso Mazzini. Il tratto di via Verdi che abbiamo realizzato crea una nuova, diretta connessione con piazza Kursaal e con il lungomare, che crediamo sarà molto apprezzata da cittadini e turisti». 


Il coraggio
«Non è stata una scelta facile - spiegano gli amministratori -: cambiare la viabilità in un tratto della città centralissimo come questo è sempre rischioso. Ma occorre coraggio per vincere le sfide che pone ogni giorno la nostra visione di una città più sostenibile e sicura, a misura delle famiglie e dei turisti. E a noi il coraggio non è mai mancato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA