È tornata la luce sulla pista ciclabile ma l’impianto a terra sarà sostituito

È tornata la luce sulla pista ciclabile ma l impianto a terra sarà sostituito
È tornata la luce sulla pista ciclabile ma l’impianto a terra sarà sostituito
di Luigina Pezzoli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Febbraio 2022, 06:20

GROTTAMMARE  - Pista ciclabile: riparata la linea elettrica dell’illuminazione pubblica danneggiata dalle mareggiate alcuni mesi fa. Il tratto interessato è quello a nord, verso Cupra; dunque in attesa di un nuovo impianto a led da parte di Enel X, la ditta appaltatrice Menowat di Grottammare ha effettuato l’intervento di riparazione. Nelle prossime settimane, infatti, si procederà con la sostituzione delle luci posizionate lungo la pista ciclabile tra Grottammare e Cupra. 

 


L’attuale impianto di illuminazione, posizionato verso il basso e usurato dalle mareggiate che periodicamente, e in particolar modo, colpisce questo tratto della pista, sarà sostituito con dei pali alti a led. L’amministrazione comunale, infatti, dopo aver provveduto alla sostituzione dei punti luce presenti nel primo chilometro della pista ciclabile, nelle prossime settimane procederà con la sostituzione dei corpi illuminanti presenti nel restante chilometro fino al confine con Cupra, con più moderni sistemi. Più in generale l’intera città sarà illuminata esclusivamente con luci a led entro la fine del 2023 grazie all’adesione della gara nazionale Consip con il progetto “Servizio luce 4” che ha come ente gestore Enel X. L

’investimento complessivo, spalmato nell’arco di nove anni, è di 6 milioni e 400mila euro. Ad oggi diverse zone della città sono già illuminate con punti luce a risparmio energetico, tra le quali il Paese alto, piazza Carducci, il lungomare, il quartiere nei pressi di via Cilea. Con questo progetto, l’amministrazione comunale punta a completare quest’opera di illuminazione a led, sicuramente più moderna ed efficiente. Dopo il pre-accordo siglato tra il Comune e vertici di Enel X, si passa al progetto esecutivo che ha per oggetto la riqualificazione energetica, l’adeguamento tecnologico e normativo, la fornitura dei vettori energetici, la conduzione e manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica e semaforici, la realizzazione e gestione di infrastrutture finalizzate all’erogazione di servizi smart-city e comunità energetiche. 


L’amministrazione comunale ha, dunque, abbandonato la strada del Project financing della stessa Enel X per passare alla proposta Consip. Il “Servizio luce 4” prevede la fornitura del vettore energetico elettrico, l’implementazione degli interventi di riqualificazione e di efficientamento energetico degli impianti, oltre alla sostituzione delle lanterne semaforiche a led e l’installazione di dispositivi sonori per non vedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA