Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cinque telecamere nella pineta dei Bersaglieri: ecco lo strumento per fermare i raid dei vandali

Cinque telecamere nella pineta dei Bersaglieri: ecco lo strumento per fermare i raid dei vandali
Cinque telecamere nella pineta dei Bersaglieri: ecco lo strumento per fermare i raid dei vandali
di Luigina Pezzoli
3 Minuti di Lettura
Domenica 20 Marzo 2022, 09:50

GROTTAMMARE  - Si rafforza la videosorveglianza a Grottammare: salgono a 20 i punti di osservazione. Sono partiti nella mattinata di ieri, nella pineta dei Bersaglieri, sul lungomare sud, i lavori di ampliamento del sistema di videosorveglianza urbana che prevede l’installazione di cinque nuove telecamere


L’estensione della rete ha l’obiettivo di vigilare i confini comunali e scoraggiare gli atti vandalici: quattro telecamere per il rilevamento del transito dei veicoli, sistema Ocr, verranno posizionate sulla Sp Valtesino est all’incrocio con via Cuba, sul lungomare De Gasperi al confine con San Benedetto, sulla Sp Cuprense al confine con Ripatransone e lungo la strada comunale Bore Tesino; una telecamera di contesto verrà installata nel sottopassaggio pedonale di via Matteotti. Le opere sono eseguite dalla ditta Police Service srls di Corridonia e finanziate con fondi comunali pari 20mila euro.

«Portiamo a compimento un intervento atteso da tempo – afferma il consigliere delegato alle Manutenzioni, Bruno Talamonti – e cioè vigilare anche sulle direttrici ovest-est del nostro territorio. L’ampliamento, inoltre, garantirà il monitoraggio di luoghi spesso nel mirino degli atti vandalici». Il sistema di videosorveglianza urbana di Grottammare è stato inaugurato nel 2019, con la realizzazione di 11 punti di osservazione, serviti da telecamere per rilevamento transiti e telecamere di contesto per un totale di 15 apparecchi installati e un investimento iniziale di 50mila euro.


L’ampliamento in corso è stato approvato dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica lo scorso 23 febbraio. «E’ innegabile che l’installazione di una infrastruttura di videosorveglianza è un risultato tra i più importanti di questa amministrazione – dichiara il sindaco Enrico Piergallini - Infrastruttura che, una volta compiuto l’investimento iniziale, ha reso più semplice il suo progressivo ampliamento, scaglionabile a seconda delle risorse disponibili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA