Spiagge già tirate a lucido per i turisti. E c'è una data per i tuffi: «Dal 5 giugno si può fare il bagno»

Sabato 29 Maggio 2021 di Luigina Pezzoli
Spiagge già tirate a lucido per i turisti. E c'è una data per i tuffi: «Dal 5 giugno si può fare il bagno»

GROTTAMMARE  - Spiagge libere, ultimi giorni di pulizia. Entro sabato gli uomini della Picenambiente termineranno l’intervento di sistemazione. «Stiamo concludendo – afferma Bruno Talamonti consigliere comunale delegato alle manutenzioni del Comune di Grottammare – l’opera di sistemazione della spiaggia che va dalla zona sud alla zona a nord, a confine con Cupra. Sicuramente entro il 5 giugno, quando inizierà ufficialmente la stagione estiva, saremo pronti ad accogliere i bagnanti». 

LEGGI ANCHE:

"Tratto maledetto" dell'A14, Acquaroli scrive ad Autostrade: «Gravi disagi, attenzione ai cantieri»

 


Intanto dal primo fine settimana di giugno sarà operativo il servizio di sorveglianza a mare nelle spiagge libere di Grottammare che garantirà la copertura integrale del tratto più a sud, finora assicurata solo parzialmente. In base al riaffidamento del servizio scaduto nel 2020, la Giunta comunale ha approvato il nuovo piano operativo del salvataggio a mare, contenente l’integrazione che risponde alla necessità di limitare i rischi in un tratto di mare divenuto negli ultimi anni particolarmente pericoloso a causa del mutamento delle correnti di risacca, come segnalato dalla Capitaneria di Porto.

Ultimi giorni di lavori di pulizia e di sistemazione della spiaggia anche lungo il litorale cuprense. Le spiagge libere di Cupra dotate di un’apposita cartellonistica in cui sono riportate le regole da seguire, un servizio di sorveglianza, e inoltre sarà a disposizione di cittadini e turisti una sacca, con il logo di Cupra, contenente un regolamento da seguire in spiaggia, un metro di carta per il distanziamento e dei sacchetti per portare via i propri rifiuti.


«Portiamo avanti una gestione della spiaggia – spiega il sindaco Alessio Piersimoni – in linea con le normative anti Covid-19 e allo stesso con un riscontro di marketing turistico. Questi kit saranno distribuiti dall’ufficio Iat, le attività commerciali e chalet proprio per darne massima diffusione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA