Accordo firmato: vigilanza e custodia alla dog beach vicino alla foce del Tesino

Accordo firmato: vigilanza e custodia alla dog beach vicino alla foce del Tesino
Accordo firmato: vigilanza e custodia alla dog beach vicino alla foce del Tesino
di Luigina Pezzoli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Giugno 2022, 09:35

GROTTAMMARE -  Al via per la prima volta un servizio di custodia e vigilanza per il tratto di spiaggia dedicato agli amici a quattro zampe, a ridosso della foce del fiume Tesino. Il Comune di Grottammare si affida alle associazioni Legambiente circolo Lu Cucale, Questione natura e l’Amico fedele per organizzare un’attività di controllo, pulizia e cura della “Grottammare dog beach 43° Parallelo”.


Il costo del servizio per il Comune è di 900 euro. Il servizio sarà operativo a partire dal 24 giugno e fino al 28 agosto, nei seguenti giorni e orari: venerdì, sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Negli anni precedenti il generale apprezzamento per la spiaggia dedicata agli animali di Grottammare era attenuato dalle segnalazioni di coloro che ritenevano la spiaggia poco controllata e per niente custodita anche in termini di manutenzione ordinaria. Dopo un confronto con l’associazione 43° Parallelo, che è stata protagonista nell’ideazione, nell’allestimento e nella promozione dell’area inaugurata nell’estate 2015, l’amministrazione comunale ha deciso di affrontare il problema con l’intento di sensibilizzare i fruitori al rispetto e al benessere degli animali nonché alla cura dell’ambiente. Obiettivo che, in linea con la legge regionale, può essere raggiunti attraverso la collaborazione delle associazioni iscritte nel registro regionale del volontariato.


«Non potevamo rinviare di un altro anno questo progetto fondamentale per il rispetto dell’ambiente, degli animali e dell’attrattività turistica – affermano il sindaco Enrico Piergallini e l’assessore all’ambiente Alessandra Biocca - La “Grottammare dog beach 43° Parallelo” è un’eccellenza che bisogna custodire. Il meccanismo della partecipazione consente di risolvere anche questioni molto complesse. Un servizio così come organizzato avrebbe avuto costi molto alti da sostenere, invece l’energia e la passione dei loro volontari ci consentirà di avere nella spiaggia persone preparate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA