Ordinanza anti-pallone, il sindaco si difende: «Abbiamo rilanciato molte aree verdi il calcio resti allora fuori dalle piazze»

Bambini avvertiti, vietato giocare a calcio nelle piazze
Bambini avvertiti, vietato giocare a calcio nelle piazze
di Luigina Pezzoli
2 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Febbraio 2022, 07:45

GROTTAMMARE - Il sindaco di Grottammare spiega i motivi dell’ordinanza “antipallone” nelle piazze, attaccata dalla consigliera Alessandra Manigrasso e annuncia che «presto il parco delle Rimembranze sarà parzialmente riaperto». In particolare la consigliera grillina, nel corso del consiglio comunale di Grottammare svoltosi nei giorni scorsi, aveva presentato una mozione per individuare spazi verdi dove bambini e ragazzi possono aggregarsi, praticare sport e dunque giocare anche a pallone, sottolineando che «purtroppo nella nostra città è vietato praticare giochi individuali con il pallone nelle piazze Carducci, Alighieri, San Pio, Kursaal». 
 
A riguardo il sindaco Enrico Piergallini ha specificato come: «L’ordinanza inerente il divieto di giocare a pallone nelle piazze sia scaduta il 30 settembre scorso, fino ad emissione di nuova ordinanza tutte le piazze di Grottammare sono disponibili al gioco. L’opportunità di emettere questa ordinanza è motivata dal fatto che le piazze d’estate sono estremamente frequentate e la presenza di cittadini e turisti è incompatibile con il gioco del pallone in piazza.». In merito alla mozione di individuare “Aree pubbliche fruibili per giochi e sport di bambini e ragazzi” Piergallini ha ricordato come: «La dimostrazione che l’amministrazione è sempre stata particolarmente attenta al tema degli spazi all’aria aperta da dedicare ai giovani è data dal fatto che in otto anni abbiamo messo mano e riqualificato tutte le aree verdi attrezzate presenti sul territorio di Grottammare, aprendone anche delle altre. L’ultima in ordine di data si trova nel quartiere Montesecco. Ciò non toglie che stiamo comunque lavorando per fare in modo che il nuovo cantiere delle scuola Speranza, che è molto meno impattante dei lavori che andremo ad inaugurare a marzo, lasci libero una parte del parco delle Rimembranze che è nel cuore della città, definito il “parchetto”, dove anch’io andavo a giocare insieme ai miei coetanei». In particolare durante il consiglio comunale è stato evidenziato che il cantiere inerente la riqualificazione del centro sportivo Tesino nord è stato allestito allo scopo di renderlo nuovamente disponibile alla fruizione dei cittadini. Sono fruibili le aree verdi presso la balconata al mare, corredata di attrezzature ginniche, così come la pineta dei Bersaglieri prospiciente il lungomare sud e la pineta in via Copernico, la pineta Ricciotti e l’area antistante la chiesa Madonna della Speranza. «Con questa mozione chiedo – ha ribadito la consigliera Manigrasso – che sia realizzata una sorta di mappatura delle aree in cui è possibile giocare a pallone».

© RIPRODUZIONE RISERVATA