Soffriva per la lontananza dalla famiglia, pakistano richiedente asilo trovato morto: non poteva rientrare nel Paese d’origine

Sabato 10 Aprile 2021
Il 118 in azione

GROTTAMMARE - Non ha retto alla lontananza dalla sua famiglia e ha deciso di farla finita. Ieri mattina un 29enne di origini pakistane è stato ritrovato senza vita nella stanza del centro di Grottammare dove viveva. Il giovane, richiedente asilo, stava vivendo con grande sofferenza il distacco dalla propria famiglia. Aveva moglie e figli nel suo paese di origine e non riusciva a tornare a casa. Ieri mattina è stato trovato impiccato nella sua stanza.

LEGGI ANCHE:

Ex dipendente comunale stroncato da un malore in casa, geometra muore a 66 anni

 

Quando le altre persone presenti nel centro se ne sono accorte era purtroppo ormai troppo tardi. Il corpo dell’uomo stato trovato intorno alle ore 22 ma, con molta probabilità, il decesso è avvenuto poco dopo le 8 del mattino. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 che non hanno però potuto fare altro che constatare il decesso del ventinovenne. Con loro anche i carabinieri che hanno escluso che la morte possa essere avvenuta in circostanze violente. L’uomo era solo nella stanza quando è avvenuta la tragedia. 

Ultimo aggiornamento: 14:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA