Si stacca un cornicione dal sottopasso ferroviario, paura a Grottammare

Si stacca un cornicione dal sottopasso ferroviario, paura a Grottammare
Si stacca un cornicione dal sottopasso ferroviario, paura a Grottammare
di Luigina Pezzoli
3 Minuti di Lettura
Martedì 5 Luglio 2022, 02:15

GROTTAMMARE A Grottammare è venuto giù un pezzo di cornicione del sottopasso ferroviario pedonale di corso Mazzini, nel cuore del centro cittadino. E’ accaduto nella serata di sabato, intorno alle 21, quando c’erano diverse persone a passeggio nella zona. Per fortuna nessuno si è fatto male e l’imminente intervento dei vigili del fuoco ha evitato che la situazione di pericolosità potesse persistere. 

 
Intervento dei vigili del fuoco


Il tratto interessato dalla caduta dei detriti, dopo qualche ora, è stato nuovamente reso agibile ai pedoni proprio grazie al lavoro dei pompieri del distaccamento di San Benedetto che hanno eliminato e rimosso le parti ammalorate della struttura. In particolare si è verificato un distaccamento di alcuni frammenti di cemento copriferro nella parte sovrastante il sottopasso, sul lato est del corso di Grottammare. Gli uomini dei vigili del fuoco, subito allertati e giunti sul posto in pochi minuti, hanno fatto cadere gli altri frammenti pericolanti.

«Ci siamo dovuto attivare subito come amministrazione comunale - spiega il primo cittadino Enrico Piergallini che quella sera è intervenuto recandosi personalmente sul posto - perché per ripristinare il transito dei pedoni in una zona nevralgica della città occorreva mettere in sicurezza il passaggio. Confesso di essere orgoglioso per la tempestività di reazione della macchina comunale. Infatti nell’arco di poco tempo siamo riusciti ad organizzare un gruppo composto, oltre che dagli agenti della polizia locale e dai volontari del gruppo comunale di protezione civile, anche dagli operai del municipio, da una ditta esterna e dall’ingegnere Pier Paolo Petrone dell’ufficio Tecnico del Comune per approntare un’opera provvisionale che creasse un piccolo corridoio di sicurezza per il passaggio dei pedoni. Già verso la mezzanotte e mezza il transito infatti è stato riaperto in sicurezza».

L'area messa in sicurezza

Sono infatti state collocate travi in legno su degli assi in ferro per rendere l’area sicura ed agibile a cittadini e turisti.  Nelle prossime ore il Comune emetterà un’ordinanza, stilando i relativi atti, chiedendo all’ente Ferrovia dello Stato, proprietario della struttura, di mettere tutto in sicurezza.«Adesso dobbiamo attendere l’intervento delle Ferrovie - chiude Piergallini - che dovranno realizzare un’opera di manutenzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA