Conto alla rovescia per San Martino: attese 40mila presenze per la fiera. Gli espositori saranno circa 350

Sabato 6 Novembre 2021
Conto alla rovescia per San Martino: attese 40mila presenze per la fiera. Gli espositori saranno circa 350

GROTTAMMARE  - La fiera di San Martino riparte in sicurezza, all’interno di un quadro normativo che quest’anno integra le misure di pubblica sicurezza con le disposizioni sanitarie anticovid. La manifestazione di mercoledì 10 e giovedì 11 novembre, vede circa 350 operatori che si posizioneranno per le vie del centro coprendo una superficie di 9mila metri quadrati.

 

Nel corso della Fiera, il camper vaccinale della Asur 5 sarà presente in piazza Kursaal. L’evento rientra nella categoria di manifestazioni che si svolgono all’aperto senza precisi varchi di ingresso e dunque è soggetto a particolari obblighi di legge. Nel Piano di sicurezza perfezionato nei giorni scorsi, è stabilito che l’accesso alla Fiera è condizionato all’uso della mascherina e al possesso della certificazione verde anticovid (green pass). Dall’obbligo sono esclusi solo i residenti all’interno del perimetro mercatale. I controlli saranno effettuati dal personale delle forze dell’ordine, della polizia municipale e della sicurezza privata abilitati. 


Ai volontari della Protezione civile, invece, è demandato il compito di sensibilizzare i visitatori sull’obbligo di indossare la mascherina. Nel documento, la previsione del numero massimo di persone presenti contemporaneamente alla manifestazione viene individuata in 5mila unità a fronte di una capacità ricettiva dell’area di circa 40mila persone. In particolare, l’accesso è consentito esclusivamente a chi ha il green pass esclusi i residenti all’interno nel perimetro mercatale. Altre novità riguardano la gestione dell’affluenza che ha portato a ridefinire i contorni della Fiera ed alleggerire la presenza dei banchi espositivi su alcune vie. La comunicazione assume un aspetto di rilievo dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria nel 2020: gli strumenti usati negli anni scorsi (comunicati stampa, avvisi radiofonici, sito internet e canali social) saranno integrati dal posizionamento massivo di una serie di infografiche. Due invece i presidi di pronto soccorso sono assicurati dalla Confraternita della Misericordia. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA