Il Comitato vuole la modifica al progetto del lungomare di Grottammare: «Forti di oltre 400 firme, ora il sindaco ci riceva»

Domenica 19 Settembre 2021
Il Comitato vuole la modifica al progetto del lungomare di Grottammare: «Forti di oltre 400 firme, ora il sindaco ci riceva»

GROTTAMMARE -  Quasi 400 firme di turisti e residenti per migliorare la riqualificazione del lungomare centro protocollate in Comune. Lo annuncia il coordinatore del comitato dei cittadini Gian Filippo Straccia: «Chiediamo un confronto in merito con sindaco, assessori e consiglieri comunali». 

 


Le firme sono state raccolte nelle settimane scorse attraverso dei banchetti, allestiti dal comitato in piazza Kursaal, per chiedere la revisione del progetto di restyling del lungomare della Repubblica. «La difesa delle odorose e balsamiche pinete, il rifiuto a cementificare il lungomare con inutili sedute e soprattutto l’opposizione alla pista ciclabile nel vialetto ovest hanno aggregato residenti, villeggianti e operatori turistici» prosegue Straccia. No alla pista ciclabile sul lato ovest e alla realizzazione di una gradinata davanti al Circolo tennis sono dunque alcune delle modifiche al progetto di riqualificazione del lungomare richieste dal comitato dei cittadini all’amministrazione comunale. «Sono in molti a sottolineare l’inopportunità di un tracciato ciclopedonale intersecato dalla viabilità ordinaria alla presenza delle uscite delle abitazioni senza considerare l’intralcio alle diverse attività ricettive: pizzeria, gelateria, pub e residence che insistono in quel vialetto per tanti da non toccare per il suo fascino d’altri tempi, appartato, tranquillo ed ombroso. Un tracciato senza dubbio più pericoloso e meno agevole rispetto a quello che potrebbe essere realizzato sul lungomare est».

Dal dibattito interno al Comitato emerge la proposta alternativa: «Il centro di Grottammare in estate è costituito da questo bellissimo lungomare che ha bisogno soltanto di alcuni piccoli interventi, ad esempio il marciapiede sul lato est dovrebbe essere pavimentato come il tratto a nord dove c’è l’isola pedonale, e abbellito con aiuole, palme, oleandri e pini marittimi. E se la pista è irrinunciabile, le biciclette potrebbe passare sul lato est del viale, almeno si avrebbe continuità con il resto della pista, evitando le tante intersezioni, così come hanno fatto a San Benedetto, riducendo il marciapiede pedonale e facendo correre la pista a ridosso della strada, con salvezza almeno dei pedoni. Le bancarelle potrebbero essere spostate sulla strada verso il Paese alto, come era un tempo o nella zona a ridosso della foce del Tesino, che verrebbe riqualificata».


Tra le modifiche che il comitato promotore chiede di apportare al progetto di riqualificazione del lungomare centro ci sono: «la sostituzione dei vecchi pini malandati delle pinete con pini marittimi o pinea, come è nella storia e nel paesaggio caratteristico di Grottammare, e non con altre essenze arboree». Il comitato cittadino, dunque, dopo aver consegnato le firme chiede un incontro con sindaco, assessori e consiglieri per rivedere alcuni aspetti della riqualificazione del lungomare. «Convinti della giustezza delle nostre proposte – conclude il coordinatore - e sicuri che il momento necessita di un confronto scevro da polemiche, ma rispettoso della volontà emersa in approfondimenti e riflessioni attendiamo di poterci confrontare con l’intera amministrazione comunale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA