Azione di pulizia dell'area verde che circonda la comunità Lella con i ragazzi protagonisti

Mercoledì 3 Febbraio 2021
Azione di pulizia dell'area verde che circonda la comunità Lella con i ragazzi protagonisti

GROTTAMMARE - Continua il percorso di educazione civica e ambientale per i ragazzi di casa Lella a Grottammare. Questa mattina i ragazzi, insieme all'associazione Marche a rifiuti zero, hanno svolto un'azione di pulizia dell'area verde che circonda  la comunità in zona Grottammare alta.

 

 

Un messaggio di sensibilizzazione e di presa di coscienza espresso attraverso la cura della nostra casa comune per un futuro migliore. Questo il messaggio che i ragazzi hanno voluto mandare attraverso l'azione di pulizia.  

Secondo il rapporto redatto dalla Ellen MacArthur Foundation ed il World Economic Forum nel 2050 nel mare ci sarà più plastica che biomassa marina.

Gran parte dei rifiuti marini sono costituiti da plastica proveniente dagli scarichi domestici a causa di fibre sintetiche e prodotti cosmetici e dal littering, l'abbandono dei piccoli rifiuti in strada.

Bottiglie, imballaggi e manufatti usa e getta prima o poi finiscono nei nostri mari nei quali spezzandosi  in frammenti più piccoli si  aggiungono alle  microplastiche provenienti dalle acque reflue. Al termine i ragazzi hanno esposto i campioni più rappresentativi di ciò che è stato raccolto, a partire dalle cicche, che abbondano tanto quanto i rifiuti plastici.

Nel percorso di educazione ambientale i ragazzi si sono adoperati per trasformare custodie di occhiali destinate alla discarica o all'incenerimento in portacicche da distribuire durante la stagione estiva, per proseguire verso un percorso di salvaguardia dell'ambiente del quale si sono resi parte attiva grazie al contributo di Marche a rifiuti zero.

La distribuzione avverrà nei parchi, giardini e stabilimenti balneari di Cupra Marittima, Grottammare o San Benedetto, che collaborano già con Marche a Rifiuti zero ai progetti Cupra per l’ambiente e Ambiente bene comune sulla riduzione degli imballaggi e il recupero di materiali di scarto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA