Super Green pass, la Start arruola 15 vigilantes per i controlli sugli autobus dopo il summit del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza

Controllo del Green pass all'ospedale di Ascoli Piceno
Controllo del Green pass all'ospedale di Ascoli Piceno
di Luigi Miozzi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Dicembre 2021, 08:20

ASCOLI - Controlli più stringenti sugli autobus e durante tutto il periodo delle festività natalizie. È quanto deciso nel corso della riunione del comitato e sicurezza pubblica che si è svolto ieri in prefettura a 24 ore dall’entrata in vigore del Super Green pass. È stato il prefetto Carlo De Rogatis a invitare le aziende di trasporto pubblico che operano sul territorio a predisporre a bordo dei mezzi pubblici dei controlli.

«Dalla riunione è emerso che in questi primi due giorni non si sono registrate situazioni particolari - ha detto il presidente della Start, Enrico Diomedi -. Abbiamo però convenuto di effettuare dei controlli sui passeggeri a bordo. Per questo, ci organizzeremo per garantire i controlli». 


I vigilantes
La società di trasporto pubblico del Piceno ricorrerà ai vigilantes della Fi.Fa Security che già da prima della pandemia erano stati formati per effettuare i controlli e che, in piena emergenza sanitaria, sono stati impegnati affinchè venissero rispettate le norme sul distanziamento e per il contenimento dei contagi a bordo dei pullman. 


Le tratte affollate
Si tratta di una quindicina di addetti al controllo che verranno utilizzati sulle tratte maggiormente affollate, soprattutto in concomitanza degli orari di entrata ed uscita delle scuole, per constatare il possesso del certificato verde di coloro che usufruiscono del trasporto pubblico. Per poter salire sugli autobus, non è necessario avere il Green Pass rafforzato rilasciato a coloro che hanno effettuato il vaccino oppure sono guariti dal Covid da meno di sei mesi, ma è sufficiente quello base ottenibile con il tampone. Un giro di vite sui passeggeri degli autobus che potrebbe avere delle ripercussioni sul trasporto scolastico. In questo caso, infatti, uno studente che per andare a scuola non ha bisogno di Green Pass dovrebbe invece ottenerlo per poter salire sul pullman per raggiungere la scuola, a meno che non usufruisca di mezzi propri di trasporto. Nel corso della riunione, sono state affrontante anche le iniziative da affrontare in vista delle prossime festività natalizie. 


Gli accertamenti
Anche in questo caso, è stato chiesto ai rappresentanti della forze dell’ordine di effettuare controlli più serrati sul territorio per accertare il rispetto delle disposizioni anche all’interno di bar, ristoranti e locali ed anche all’interno di cinema e altre attività commerciali. A due giorni dall’entrata in vigore del provvedimento del governo, il bilancio nel Piceno è certamente positivo. Nel corso dell’incontro del tavolo tecnico è stata evidenziata la collaborazione e la disponibilità dimostrata dai cittadini e dai gestori delle attività commerciali nel corso dei controlli effettuati in questi primi giorni durante i quali non sono state rilevate irregolarità da dover incorrere in sanzioni. 


Le fermate
Agli agenti della polizia municipale sono stati demandati i controlli alle fermate degli autobus sui passeggeri scendono dai mezzi pubblici ed anche quelle all’interno delle attività commerciali. Le Fiamme gialle, invece, sono impegnate nelle verifiche all’interno di ristoranti e bar così come a quelli della polizia e dei carabinieri, ciascuno per le proprie zone di competenza, che inoltre effettuano le verifiche anche all’interno delle discoteche, dei cinema e delle palestre. La stretta, dal lunedì scorso rimarrà in vigore per tutto il periodo natalizio fino alle prime due settimane del nuovo anno. Salvo eventuali proroghe, il provvedimento del governo terminerà il 15 gennaio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA