Escursionista disperso sul monte Vettore dal pomeriggio, attivata una task force per ritrovarlo

Martedì 23 Febbraio 2021 di Luigi Miozzi
La ricerca di un disperso sul Monte Vettore

ARQUATA - C’è apprensione per le sorti di un cinquantenne - M. S. le sue iniziali - che questa mattina era partito per un’escursione sul Vettore. L’uomo era atteso a casa per l’ora di pranzo ma quando i suoi familiari non lo hanno visto rientrare, si sono preoccupati.

 

È stato impossibile anche contattarlo telefonicamente e intorno alle 17 sono scattati i soccorsi. La sua auto è parcheggiata nel parcheggio di Mezzi Litri, poco sopra ad Arquata ed è da lì che sono iniziate le ricerche. Sul posto sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco del distaccamento di Arquata e quelle inviate dal comando provinciale di Ascoli, i volontari del soccorso alpino con l’ausilio dei cani molecolari, i carabinieri forestali che dal pomeriggio di ieri stanno battendo la zona.

 

È stata anche richiesta l’autorizzazione da parte dei v igili del fuoco per l’utilizzo dei droni per cercare di raggiungere anche le zone più impervie. È stato sollecitato anche l’intervento di un elicottero dell’Aeronautica militare autorizzato al volo notturno per poter svolgere le ricerche anche con il buio. Si teme che l’escursionista possa aver avuto un incidente lungo i sentieri del Vettore e non sia stato in grado di richiedere aiuto. Sul posto è stata inviata anche un’ambulanza del 118 con il personale sanitario a bordo pronto ad intervenire in soccorso del cinquantenne non appena fosse trovato. Le ricerche dei soccorritori presenti sul posto, con il passare delle ore, si sono rese sempre più difficoltose. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA