Dardust e Quintana, assaggio di zona bianca. Il sindaco: «Gli ascolani saranno responsabili, ma manterremo i controlli»

Domenica 20 Giugno 2021 di Luca Marcolini
Il concerto di Dardust in piazza ad Ascoli è stata la festa della zona bianca che scatterà lunedì

ASCOLI - In fondo al tunnel, si intravvede uno spiraglio di luce per un ritorno alla normalità. O quasi. Ancora poche ore e anche il capoluogo piceno potrà provare, approdando in zona bianca, la sensazione di ripartire senza coprifuochi e l’assillo dei numeri sul fronte dell’emergenza covid. Una ripartenza preceduta da iniziative ed eventi che avranno il compito di accompagnare gli ascolani in questo lungo percorso di ritorno al passato (inteso come scenario pre-pandemia) per pensare al futuro.

 

Passando, ad esempio, attraverso un sabato alla vecchia maniera – distanziamenti e mascherine a parte – con il ritorno di un concerto in piazza del Popolo, ovvero quello di ieri sera di Dardust, produttore e musicista ascolanissimo di fama internazionale, e con le prove dei cavalieri della Quintana, al campo Squarcia. 


La zona bianca 
«Con l’imminente ingresso in zona bianca – conferma il sindaco Marco Fioravanti – possiamo riprovare la sensazione di un ritorno alla normalità, dopo un lungo periodo di restrizioni. Siamo pronti a ripartire, ma dovremo farlo con attenzione, sempre rispettando il distanziamento e l’utilizzo dei dispositivi fino a quando sarà richiesto, perché non dobbiamo mollare adesso, dopo che la speranza di uscire dal tunnel della pandemia la scorsa estate, era stata poi stoppata dalla nuova ondata covid del mese di ottobre. Ritroviamo un po’ di serenità, ma dobbiamo essere consapevoli di dover essere ancora cauti e rispettosi delle disposizioni basilari, per non ricominciare da capo. In questa direzione, la novità sarà anche la cancellazione del coprifuoco. Siamo certi che tutti gli ascolani continueranno ad essere responsabili, perché non possiamo permetterci di sbagliare proprio adesso. E, in ogni caso, noi manterremo e potenzieremo i controlli per evitare comportamenti sbagliati». 


Un sabato per ripartire 
È stato proprio il cantante Dardust, al secolo Dario Faini, a regalare ieri sera agli ascolani, con il suo “Storm and drugs”, note magiche ed emozionanti. Sonorità che hanno avvolto e coinvolto i 900 spettatori presenti (“sold out”, essendo gli ingressi contingentati) in un lungo viaggio musicale in grado di trascinare tutti verso questo atteso ritorno alla normalità e alla riscoperta di sensazioni forse dimenticate. Il tutto in uno scenario, quello di piazza del Popolo, che è sembrato proiettarsi fuori dal tempo quasi per cancellare – grazie proprio alle inconfondibili tessiture armoniche dell’artista ascolano - questi lunghi mesi di dolori, ansie e timori. Un’atmosfera da sabato sera pre-covid, così come gli ascolani auspicavano, per ripartire, creata anche grazie alla parallela complicità delle prove ufficiali dei cavalieri della Quintana, allo Squarcia, davanti ad un centinaio di persone (anche in questo caso restrizioni per il covid), a conferma della voglia di guardare avanti con crescente fiducia. In altre parole, la città fotografata ieri sera è apparsa proprio quella di una comunità vogliosa di riprendere a camminare in fretta, cancellando al più presto le ferite inevitabilmente provocate da sisma e pandemia. 


Un’estate ricca di eventi 
«Proprio per dare un segnale forte e inequivocabile - sottolinea il primo cittadino del capoluogo piceno – della voglia della città di ripartire, abbiamo voluto allestire un programma di eventi estivi, opportunamente organizzati con la sicurezza come priorità, ricco e variegato. Un programma che possa aiutare la città, sotto tutti i punti di vista, a ripartire con ottimismo e fiducia». In tale direzione, proprio nell’ultima seduta, la giunta comunale ha formalizzato il cartellone degli appuntamenti fino alla fine di luglio, con una successiva appendice per quel che riguarderà gli eventi per il mese di agosto. 
Sport e cultura
A giugno, dopo il concerto “data zero” del tour di Dardust di ieri sera, mercoledì 23 è in programma la lezione-spettacolo di Cesare Catà, poi il 26 il gala di kick boxing “I Piceni”, l’evento di mototurismo “1000 curve” e l’avvio della manifestazione “Fritto misto”. Il 27 la gara automobilistica in salita della Coppa Teodori e un evento organizzato dalla Croce rossa. E il 30 ancora un appuntamento con Catà. A luglio, l’8 è prevista la manifestazione culturale “I suoni dell’anima” (con altri appuntamenti in calendario il 18, il 24 e il 30), il 10 la Quintana in notturna, l’11 la gara automobilistica del “Circuito delle Zeppelle”, dal 21 al 25 spazio alla gastronomia con lo “Street food”, dal 23 al 25 il Festival del reportage e il 24 la sfilata di capi d’abbigliamento “Moda sotto le stelle”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA