Cade dalla mountain bike durante un'escursione con il padre, 17enne soccorso con l’elicottero

Un soccorso dell'eliambulanza del 118 Marche
Un soccorso dell'eliambulanza del 118 Marche
2 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Marzo 2021, 06:55

CUPRA MARITTIMA Momenti di paura a Cupra Marittima nella tarda mattinata di ieri. Un giovanissimo ciclista, appena diciassettenne, è infatti caduto dalla sua mountain bike in contrada Sant’Egidio ed è stato necessario sia l’intervento dei vigili del fuoco che quello dell’eliambulanza.

 
L’allerta
Tutto è accaduto nella tarda mattinata di ieri quando il giovane, F.G., diciassettenne, ha avuto un incidente durante un’escursione in mountain bike. Il ragazzo era insieme al padre che ha dato l’allarme allertando i soccorsi. Il giovane è finito in un’area per la quale è stato necessario richiedere il supporto dei vigili del fuoco arrivati sul posto insieme all’ambulanza del 118 partita dal presidio Potes dell’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto. Una volta messo in sicurezza il giovane è stato visitato.

LEGGI ANCHE

Benji e Fede, Benji si sposa con Bella Thorne e posta la proposta su Instagram: «Ha detto sì»

Covid, Speranza annuncia a Domenica In: «Vaccinazioni nelle farmacie al via. Approvata la norma»

Le sue condizioni non sono apparse per fortuna, particolarmente gravi, ma la dinamica dell’incidente ha suggerito ai sanitari di predisporre il trasferimento del diciassettenne non al Madonna del Soccorso ma all’ospedale regionale Torrette di Ancona per visite maggiormente accurate e per verificare la presenza di fatture per le quali dover intervenire chirurgicamente.


Il supporto
Così è stata chiesto il supporto dell’eliambulanza decollata dall’elisuperficie di Fabriano e giunta, in pochi minuti, nel centro cuprense. L’atterraggio del velivolo è avvenuto al campo sportivo fratelli Veccia, che si trova nella parte settentrionale del centro cuprense, e dove è avvenuto il rendez vous con l’ambulanza che, nel frattempo, dal luogo dell’incidente si era spostata verso l’impianto sportivo. Dopo l’atterraggio è stato effettuato in sicurezza il trasbordo del giovane ferito dal mezzo terrestre a quello aereo e, in sicurezza, è quindi avvenuto il decollo con il velivolo che ha fatto ritorno nell’Anconetano atterrando però nell’apposita piazzola che si trova a ridosso dell’ospedale Torrette di Ancona. I suoi familiari lo hanno raggiunto poco dopo in auto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA