La riviera maglia nera dei contagi Covid, ma a Montefiore i conti non tornano

Mercoledì 7 Luglio 2021 di Emidio Lattanzi
La riviera maglia nera dei contagi Covid, ma a Montefiore i conti non tornano

SAN BENEDETTO - La situazione è preoccupante. Le ultime rilevazioni comunicate dall’Area Vasta segnano ben trenta nuovi casi rilevati in ventiquattro ore soltanto nella provincia di Ascoli. Trenta su trentanove in tutte le Marche. Significa che tre casi di positività al Covid su quattro appartengono alla provincia di Ascoli

 

San Benedetto maglia nera 

E il dato scomposto sul numero di persone attualmente positive all’interno della provincia stessa vede la Riviera indossare una maglia nerissima. A San Benedetto, fino a ieri, c’erano infatti ottantadue persone positive, mentre ad Ascoli ventinove. Uno squilibrio inequivocabilmente collegato alla festa avvenuta in un locale della Riviera alla fine del mese di giugno che ha dato il via alla catena di contagi che sta tenendo in apprensione l’intera regione. 

Molecolari e variante Delta 

E si attendono ancora due dati particolarmente importanti: il saldo finale dei ragazzi positivi tra quelli che si sono recati, sabato e lunedì, a fare i tamponi molecolari gratuiti e quanti di quei casi siano caratterizzati dalla presenza della variante Delta. La maggior parte dei casi positivi, per quanto riguarda la Riviera delle Palme, riguarda giovani e giovanissimi mentre l’altra situazione critica, quella dei cluster a Montefiore dell’Aso, è ora fonte di polemica tra il sindaco della cittadina picena, Lucio Porrà e l’Area Vasta. 

Il caso Montefiore 

Il primo cittadino afferma infatti che il numero di positivi presenti sul territorio comunale è inferiore a quello che viene comunicato dall’autorità sanitaria. L’Asur parlava infatti di dieci persone positive al Covid e di undici che si trovano in stato di quarantena ma il numero non riporta al primo cittadino che invece anche ieri continuava a parlare di otto persone. «A giorni - spiega - saranno trasferite in un’altra struttura, e noi saremo di nuovo Covid free». Dall’Asur si apprende invece che ci sono undici persone positive in procinto di essere spostate al Covid hotel di Gabicce. Una vicenda, quella di Montefiore, sulla quale sarà certamente necessario fare piena chiarezza. Altri numeri importanti a Grottammare che di positivi ne conta attualmente 18 (anche in questo caso il fenomeno è correlato con la festa di San Benedetto), poi c’è Monteprandone con 14 persone mentre a Cupra il numero di persone positive si trova al di sotto di quota 5. Resta estremamente sbilanciata la “testa” della classifica se si pensa che in vetta c’è San Benedetto con 82 e che in seconda posizione arriva Ascoli con 29. Un baratro, praticamente, tra le due città.

Il sindaco Piunti

«San Benedetto è la città più dinamica, in estate, e i rischi aumentano. Grazie alla disponibilità del Servizio di Igiene e Sanità dell’Area Vasta siamo fortunatamente riusciti a circoscrivere la situazione ed ora dovrà comunicare un percorso di rientro verso valori più normali. Ora serve massima attenzione da parte di tutti».

 

Ultimo aggiornamento: 8 Luglio, 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA