Vandali ubriachi e alcol servito ai minorenni: fioccano le multe sulla movida

Lunedì 8 Giugno 2020 di Emidio Lattanzi
San Benedetto, vandali ubriachi e alcol servito ai minorenni: fioccano le multe sulla movida

SAN BENEDETTO - È andata meglio dei due precedenti weekend ma problemi ci sono stati anche nella notte tra sabato e domenica. A partire dagli atti vandalici. Due persone sono state infatti avvistate mentre rompevano il vetro del finestrino di un’auto per poi andarsene di corsa. 

LEGGI ANCHE:
Ascoli, ex carabiniere freddato a colpi di pistola: sotto osservazione alcuni profili social

Liste d’attesa, ripartono tutte le visite di controllo: ecco quali saranno criteri e procedure


Stando alle testimonianze si trattava di persone in evidente stato di alterazione legato probabilmente all’alcol. La polizia del commissariato sta lavorando per identificarli. Si sono verificati anche dei rumorosi litigi che hanno tenuto svegli alcuni residenti del quadrilatero e costretto all’intervento le forze dell’ordine. La polizia locale di San Benedetto ha elevato sanzioni a quattro persone (anche minorenni) e a due bar, il gestore di uno dei due locali è stato sorpreso a vendere alcolici a minori.
 
Alla base delle multe elevate c’è stato il mancato rispetto delle normative anti Covid e dell’ordinanza sull’alcol firmata dal sindaco Pasqualino Piunti. Le ore notturne hanno visto una notevole concentrazione di persone. L’ordinanza e i controlli delle forze dell’ordine sembrano aver scoraggiato comportamenti oltre il limite anche se si sono comunque viste molte situazioni in cui venivano disattese le raccomandazioni sui comportamenti anti contagi. Dai giovani ma non soltanto da loro. 

Il locale all’esterno del quale è avvenuta la vicenda del finestrino rotto era uno di quelli cui era stato sventolato sia il cartellino giallo (invito a cooperazione operosa) che poi quello arancione (notifica preavviso di chiusura). Oggi scadrà il termine per presentare al questore le controdeduzioni. «Nella notte - spiega lo stesso questore, Paolo Maria Pomponio - le forze dell’ordine hanno effettuato controlli a esercizi pubblici già sotto la lente di ingrandimento, raccogliendo altri elementi per verificare se si possano configurare i presupposti per passare dal cartellino giallo o arancione a quelli, rispettivamente, arancione o rosso, o addirittura riporre il cartellino sventolato nel taschino a causa della ritrovata virtuosità del gestore». 

La polizia scientifica è tornata ad effettuare riprese video e fotografiche per documentare la situazione davanti ai tanti pub e altri locali. Ieri mattina il sindaco e il questore hanno avuto un breve colloquio telefonico dal quale Piunti ha avuto conferma che la serata del sabato si è svolta in modo sostanzialmente tranquillo. «Ho riscontrato il rispetto delle regole - afferma il sindaco - anche nel sopralluogo mattutino nella zona del lungomare, segno di una città che conferma il grande senso di responsabilità dei suoi abitanti ma anche, vista la nuova fase, anche degli ospiti che nel frattempo sono arrivati». Mercoledì si decide sull’ordinanza di divieto vendita alcolici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA