Test sierologici sugli operatori sanitari, primo positivo all'ospedale: tampone e quarantena

San Benedetto, test sierologici sugli operatori sanitari, primo positivo all'ospedale: tampone e quarantena
San Benedetto, test sierologici sugli operatori sanitari, primo positivo all'ospedale: tampone e quarantena
di Nino Orrea
4 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Maggio 2020, 09:05

ASCOLI - Sono proseguiti anche nella giornata di ieri i test sierologici al personale sanitario dell’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto. Degli oltre cento esami effettuati, è risultato un test positivo di un operatore sanitario che presentava gli anticorpi del tipo IGG, quelli che vengono misurati dalla strumentazione dell’Area Vasta 5.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, altri 5 morti in un giorno nelle Marche, il più giovane aveva 65 anni. Totale a quota 911

Coronavirus, passeggiate, visite, giri in barca e attività sportiva: ecco cosa si può fare da lunedì nelle Marche

La persona, evidentemente asintomatica al Covid-19, è stata immediatamente sottoposta alla prova del tampone, il cui esito si conoscerà nelle prossime ore. 
E un piccolo campanello di allarme, che, però, come fanno sapere dall’Area Vasta 5, non deve creare eccessiva preoccupazione, però, è il segno che anche tra il personale sanitario possono esistere degli asintomatici ed è stato proprio grazie al test sierologico che è emersa questa circostanza.
 

Se il tampone, come è probabile, dovesse confermare la positività, il Dipartimento di Prevenzione è pronto a mettersi in moto per indagare sulle persone che sono state a contatto con l’operatore sanitario di S. Benedetto e un occhio particolare sarà rivolto proprio ai colleghi e ai pazienti della persona che presenta gli anticorpi IGG. La notizia buona è che gli altri test sono risultati tutti negativi e questo dovrebbe rassicurare la popolazione sanitaria dell’Area Vasta 5. Oggi test sierologici e tamponi subiranno una battuta di arresto e si procederà a processare solo le urgenze. Sempre nella giornata di ieri sono stati effettuati e processati dal Laboratorio Analisi dell’Area Vasta 5, più di 850 tamponi, la maggioranza dei quali relativi alle altre Aree Vaste della regione, in particolare di Ancona e Macerata. Alcuni tamponi sono risultati positivi, ma nessuno che è riferito a un soggetto residente ad Ascoli o in provincia. Processati anche i tamponi di alcuni membri dell’equipaggio della nave da crociera Costa magica, attraccata martedì nel porto di Ancona e alcune di queste persone sono risultate positive al tampone. Per quanto riguarda la situazione sanitaria nell’Area Vasta 5, per il quinto giorno consecutivo non si registrano nuovi casi positivi al tampone, e, pertanto, il numero totale delle persone positive al Coronavirus nel Piceno resta fissato a 281. 
Il fattore R
Una ulteriore conferma, come diceva il direttore del Laboratorio di Analisi dell’Area Vasta 5, che il fattore R, quello che misura l’entità del contagio, nella nostra provincia è, ormai, prossimo allo zero. Come indicato dal bollettino giornaliero emesso dal Dipartimento di Prevenzione e che fa riferimento ai residenti del Piceno, attualmente, sono solo due gli operatori sanitari positivi al Covid-19, mentre sono due i pazienti ricoverati in terapia intensiva e tre in quella semintensiva. Sabato, per il Laboratorio di Analisi dell’Area Vasta 5, sarà una giornata campale, perché sono 200 i medici di Medicina generale di Ascoli e provincia, chiamati a sottoporsi al test sierologico. Una iniziativa che servirà a rendere più consistente il campione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA