Allarme rosso Covid nel Piceno: 40 nuovi positivi in un giorno. E un altro contagiato in municipio

Mercoledì 7 Ottobre 2020 di Mario Paci
Allarme rosso Covid nel Piceno: 40 nuovi positivi in un giorno. E un altro contagiato in municipio

SAN BENEDETTO - Ieri è stato superato il record di contagi nella provincia di Ascoli: 40! Contagi che hanno coinvolto ancora studenti e persone di tutto il Piceno con un picco, ancora una volta nel capoluogo.

LEGGI ANCHE: Calcinaro ha la febbre. Confermato il test rapido: è coronavirus. Positivi anche due assessori della nuova giunta. Contagi in consiglio

Nel frattempo un altro dipendente del Comune di San Benedetto è risultato positivo al virus ma a differenza del primo caso non sono scattate le misure di sicurezza nel municipio di viale De Gasperi. Il dipendente, infatti, è da tempo assente e già lunedì è avvenuta la sanificazione degli uffici comunali.

LEGGI ANCHE: Covid, l'Oms ottimista: «C'è speranza per il vaccino entro la fine di quest'anno»
 
Tutti negativi al Sars-Cov-2 i diciannove studenti dell’Istituto Comprensivo Leopardi che da oggi possono tornare regolarmente a scuola. Un risultato che lascia ben sperare in questa fase di caos sul fronte scolastico con istituti che aprono e chiudono causa Covid. Non a Grottammare però, dove la scuola è rimasta sempre aperta nonostante sia stato consigliato dal sindaco e dalla dirigente scolastica da lunedì scorso ai ragazzi di rimanere a casa per precauzione. I giovani infatti erano entrati in contatto durante una partita di basket con un coetaneo positivo al Sars-Cov-2 di San Benedetto. 
I test 
Da qui sono scattati subito i test eseguiti sui diciannove studenti domenica scorsa. I risultati dovevano arrivare già nella mattinata di ieri ma c’è stato un lieve ritardo nel laboratorio presso il servizio di igiene e sanità pubblica dell’Av5 dato il sovraccarico di tamponi (vengono eseguiti circa 700 in AV5, un numero che è sensibilmente lievitato negli ultimi dieci giorni). Poi nel tardo pomeriggio di ieri la buona notizia dal dipartimento diretto dal Claudio Angelini, che è stata subito fatta rimbalzare dal sindaco Piergallini insieme alla dirigente scolastica: «Gli alunni delle classi interessate potranno tornare a frequentare normalmente le lezioni. Non possiamo non ringraziare nuovamente il personale dell’Area Vasta 5 per lo straordinario lavoro svolto, nonché tutti i genitori che con pazienza e spirito di adattamento hanno affrontato responsabilmente e diligentemente anche questa situazione. Ringraziamo inoltre l’associazione sportiva di basket per la precisione e la tempestività con le quali hanno fornito tutti i dati necessari alla ricostruzione dei contatti: segno di uno scrupoloso rispetto dei protocolli che è stato fondamentale per gestire l’emergenza. Collaborazione, prudenza e razionalità: sono queste le armi a nostra disposizione per affrontare questo difficile periodo». 
L’oasi
Con gli ultimi dati divulgati dall’Area Vasta 5 resta fermo a dieci il numero dei positivi al coronavirus riscontrati a Grottammare in questa seconda fase di ritorno del contagio. La perla dell’Adriatico è un’isola felice rispetto ad altre realtà del Piceno come la città di Ascoli dove si conta un totale di 112 contagi e complessivamente nell’intera provincia il numero ha raggiunto quota 329 positivi. Resta comunque allerta massima nella perla dell’Adriatico. Il sindaco Piergallini infatti raccomanda i cittadini a rispettare le regole anche perché ci aspetta una stagione piena di incertezze. Continua il servizio mensa al banco per i bambini come pure il servizio scuolabus che resta invariato e senza intoppi.

Ultimo aggiornamento: 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA