Ascoli, il Gruppo Gabrielli non si ferma: «Aiuti agli ospedali piceni e alla Croce Verde»

Giovedì 26 Marzo 2020 di Mario Paci
Ascoli, il Gruppo Gabrielli non si ferma: «Aiuti agli ospedali piceni e alla Croce Verde»

ASCOLI - La donazione di un milione di euro si aggiunge alle altre iniziative intraprese in questi giorni dal gruppo Gabrielli che si è immediatamente schierato al fianco delle strutture sanitarie del territorio impegnate a fronteggiare l’emergenza del coronavirus. «Nei giorni scorsi – ricordano i componenti della famiglia Gabrielli – abbiamo provveduto ad acquistare per i presidi ospedalieri Mazzoni di Ascoli e Torrette di Ancona trenta posti letto complessivi destinati al reparto di terapia intensiva. Ma in questi giorni non abbiamo mai smesso di ascoltare le istanze che giungono dal nostro territorio. Abbiamo deciso quindi anche di soddisfare le richieste per la fornitura di mascherine avanzate ad esempio dalla Croce Verde di Ascoli e abbiamo provveduto a donare le mascherine anche agli ospedali di Ascoli, San Benedetto del Tronto e Pescara».

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, nelle Marche tremila positivi e seimila in isolamento/ La mappa interattiva dei contagi provincia per provincia

Caos Erasmus, la frenetica corsa all'ultimo volo: paure e timori, ecco le storie

Un’azione di ascolto che continuerà anche nei prossimi giorni e in questo caso Giancarlo Gabrielli presidente della Holding della famiglia Gabrielli rimarca: «Ovviamente seguiamo quotidianamente l’evolversi della situazione emergenziale legata alla pandemia da coronavirus e continueremo a rimanere in ascolto delle istanze del nostro territorio».
 
La situazione emergenziale legata alla pandemia da coronavirus impone decisioni immediate. Proprio su questi presupposti si basa la decisione della Holding della famiglia Gabrielli assunta proprio nel giorno del record dei decessi nelle Marche. «Abbiamo deciso di donare un milione di euro rispondendo all’appello del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli – sostengono i vertici dell’azienda ascolana – consapevoli della validità della soluzione individuata dalla Regione Marche e da Guido Bertolaso». Una decisione che ha trovato il consenso unanime da parte dei componenti della famiglia Gabrielli. «Per realizzare la struttura di cento posti letto per la terapia intensiva, adatta alla lotta contro il Covid-19 deve essere realizzata in tempi estremamente brevi e quindi occorrono aiuti immediati ed è per questo motivo che abbiamo deciso nel giro di poche ore di prendere una decisione che comporta l’erogazione di una donazione di un milione di euro». Un ulteriore segno di vicinanza al territorio e in proposito i componenti della famiglia Gabrielli hanno detto: «Siamo consapevoli che le Marche, la nostra terra e la nostra comunità, è in una situazione di emergenza e quindi ci auguriamo di essere una delle realtà che darà concretamente vita a questa importante infrastruttura. Anzi, invitiamo le altre realtà imprenditoriali delle Marche a supportare l’iniziativa intrapresa dalla Regione». La decisione è stata formalizzata nel corso di una riunione del consiglio di amministrazione della holding della famiglia Gabrielli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA