Dipendenti e personale dell'Indotto Pfizer fanno bingo: vaccino anti Covid per 580 dalla prossima settimana

Domenica 14 Febbraio 2021 di Mario Paci
Ascoli, dipendenti e personale dell'Indotto Pfizer fanno bingo: vaccino anti Covid per 580 dalla prossima settimana

ASCOLI - I 580 fra dipendenti e personale indotto della Pfizer si possono ritenere fortunati. Mentre gli anziani, infatti, dovranno attendere parecchie settimane prima di essere vaccinati contro il Covid, in base a un accordo internazionale a livello aziendale, tutti i dipendenti della multinazionale americana potranno invece sottoporsi alla profilassi già a partire dalla prossima settimana.

 

La campagna 

Per quanto riguarda lo stabilimento di Campolungo ha aderito alla campagna vaccinale il 95% del personale. Le somministrazioni inizieranno a partire da mercoledì. Poi ci sarà il richiamo fra un paio di settimane con le dosi già messe in preventivo. Le fiale Pfizer saranno somministrate presso l’infermeria dello stabilimento produttivo di Campolungo. Per garantire la massima sicurezza i vaccini giungeranno ad Ascoli solamente il giorno prima provenienti dal Belgio. L’azienda, nel frattempo, ha provveduto a noleggiare un frigorifero a -80 gradi centigradi per la conservazione dei vaccini (per i quali bastano i 70 gradi sotto lo zero). Le dosi saranno sorvegliate ventiquattro ore su ventiquattro dalle telecamere mentre in caso di effrazione scatterà l’allarme in tre punti dello stabilimento. 
Le somministrazioni
Il 17 febbraio inizierà la campagna vaccinale con un medico e due infermieri. In programma 40 vaccini al giorno. Al termine verrà comunicato al lavoratore quando dovrà ripetere l’esame. Le fiale saranno somministrate anche ai lavoratori di società esterne come imprese di pulizie ed elettricisti. 
I positivi
Intanto nella giornata di ieri sono stati venti i tamponi risultati positivi al Coronavirus, un numero sensibilmente inferiore rispetto ad altre province marchigiane. Sono rimasti solamente nove i ricoverati nella Rsa di Ripatransone mentre sono liberi i quattro posti di terapia intensiva su dodici del reparto di rianimazione dell’ospedale Madonna del Soccorso. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA