Whirlpool vede rosa, il trend resta favorevole. E adesso c'è il nuovo direttore Cavallo

Giovedì 14 Gennaio 2021 di Francesco Massi
Whirlpool vede rosa, il trend resta favorevole. E adesso c'è il nuovo direttore Cavallo

COMUNANZA  - Cambio alla guida dello stabilimento della Whirlpool di Villa Pera di Comunanza. È arrivato il nuovo direttore Salvatore Cavallo. Sostituisce Francesco Menchetti che è stato a capo dell’insediamento comunanzese per due anni e mezzo. Andrà a lavorare in Turchia, sempre per la multinazionale.

 

Cavallo è stato direttore dello stabilimento di Napoli e per il momento continua a condurre anche il sito partenopeo fino alla chiusura di tutti i passaggi che stanno portando all’uscita della multinazionale dalla fabbrica partenopea, dopo che la società ha deciso di chiuderla. Quindi la gestione Cavallo si apre con un duplice impegno su Napoli e su Comunanza. Appena insediato, il nuovo direttore ha voluto conoscere e salutare tutti i dipendenti, facendo un giro nei vari reparti dello stabilimento. 


Intanto la fabbrica è rientrata, da alcuni mesi, nella normale produzione. Anche a gennaio e febbraio ci sarà pieno orario lavorativo senza giornate di fermo. Un segnale positivo che le maestranze si augurano possa avere una continuità. Trend favorevole iniziato dopo il fermo della scorsa primavera dovuto alla pandemia da covid 19, nel periodo di lockdown generale. Infatti da dopo le ferie estive la produzione è aumentata per far fronte alle richieste di mercato e non sono state fatte giornate di fermo produttivo fine al termine del 2020. 


Inoltre erano anche stati assunti, già ad agosto, circa 75 operai a tempo determinato da agenzie interinali, rimasti al lavoro fino a tutto novembre. Contratti che all’inizio erano previsti solo per un mese e che invece sono stati prolungati. Quindi lavoro a pieno ritmo che va avanti da dopo l’estate. In generale in questi periodi nei quali la pandemia morde si naviga un po’ a vista, e spesso non è facile prevedere le risposte del mercato e quindi fare programmazione. La cautela è d’obbligo. Ma lo stabilimento di Villa Pera finora sta reggendo bene l’impatto. Nonostante il fermo di un paio di mesi a primavera per motivi pandemici con l’aumento dei volumi produttivi nel periodo successivo, la fabbrica è arrivata a fine anno centrando a pieno la programmazione fatta all’inizio del 2020, recuperando bene negli ultimi 4-5 mesi. 


Ora al neo direttore Cavallo spetta l’impegno di mantenere e magari accrescere questo andamento, con una continuità almeno di piena produttività dello stabilimento nel prossimo futuro. Da portare avanti anche gli ulteriori investimenti previsti per il sito comunanzese, visto che quest’anno scade il piano industriale triennale 2019/21. Oltre al modello maggiorato e aggiornato di lavasciuga da 8-9 kg, rispetto a quello prodotto prima in Polonia, continuano ad essere realizzate a Villa Pera anche le lavatrici la cui produzione sarebbe dovuta emigrare nello stabilimento di Napoli, sempre secondo quanto previsto dal piano industriale generale firmato al Mise nell’ottobre del 2018. Da sottolineare che l’azienda ha sempre rassicurato che per l’insediamento comunanzese verranno mantenuti investimenti e mission produttiva previsti nel piano.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA