Prima media accorpata in una sola sezione, l’ira dei genitori: «Pronti alla protesta pubblica»

Venerdì 20 Maggio 2022
Prima media accorpata in una sola sezione, l ira dei genitori: «Pronti alla protesta pubblica»

COMUNANZA - Le  due attuali sezioni di quinta elementare della scuola Ghezzi di Comunanza, dal prossimo anno scolastico, in prima media, saranno accorpate in una sola classe. Inoltre sarà limitata la scelta della lingua straniera. Quindi 26 bambini della quinta attualmente divisi in due sezioni da 12 e 14 componenti, nell’anno scolastico 2022-‘23 si ritroveranno in una stessa classe e stanza.

 

Una soluzione inaccettabile per le famiglie degli studenti che sollevano marcate lamentele. I genitori riferiscono che all’iscrizione dei figli, fatta a gennaio, erano previste due classi e inoltre c’era la possibilità, per le lingue straniere, di scegliere tra l’inglese rinforzato oppure inglese e spagnolo. Invece rimarrà solo la prima opzione. 


La comunicazione ai genitori del cambiamento è arrivata un paio di settimane fa, mandandoli su tutte le furie. Diverse le motivazioni ed i disagi che sollevano. Innanzitutto rimarcano che nell’anno scolastico precedente a questo era successo il contrario, una classe da 24 bambini, in quinta elementare, era stata trasformata in due nella prima media, per le eventuali difficoltà di evacuazione in caso di emergenze come il terremoto e per cercare di limitare i contagi dovuti alla pandemia da covid 19. Situazioni che potrebbero verificarsi di nuovo, compreso il sisma, visto che si è in una zona a rischio. 


Per i genitori, sarebbe penalizzato l’aspetto didattico, con gli insegnanti che dovrebbero seguire 26 allievi invece che la metà; un cambio radicale delle abitudini per i bambini che farebbero più fatica a seguire le lezioni. Poi la questione della lingua. All’interno dello stesso Isc dei Sibillini, dicono i genitori, nei plessi di Force e Montefalcone, è rimasta la possibilità di scegliere la doppia lingua; in quello più importante e grande di Comunanza tale opzione viene tolta. «Si parla molto di valorizzare le aree interne, poi si penalizzano servizi di primaria importanza come la scuola. Ci stanno depredando di tutto - rimarcano. - Chiediamo il ripristino di due sezioni nella prima media come era stato previsto nel momento dell’iscrizione e la possibilità di scegliere la doppia lingua straniera. Se non avverrà siamo pronti ad azioni di protesta pubblica. La dirigente scolastica ci ha detto che sta facendo il possibile e l’assessore all’Istruzione Francesca Perugini ha assicurato che coinvolgerà l’Anci».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA