I 13 archi del muraglione salvati con una barriera. Messo in sicurezza il simbolo di Castignano

Domenica 15 Maggio 2022 di Eduardo Parente
Castignano

CASTIGNANO - Le coste del suggestivo paese dei Calanchi, tornano a splendere. Nei giorni scorsi è partito l’intervento di riqualificazione delle storiche mura di Castignano. Si tratta di una operazione che molto presto, a fine lavori, restituirà l’antico splendore al muraglione, costituito da 13 archi, che sostiene la collina su cui poggia l’intero centro storico di Castignano. Un vero e proprio gioiello medioevale, quindi, che, ancora oggi, cammina sulle orme dei templari. 

 

 

«Abbiamo già firmato il contratto con la ditta Acciarri - spiega il sindaco, Fabio Polini -, già pronta ad iniziare i lavori di ripristino del muraglione storico di Castignano, per un importo, finanziato dall’Anas, di circa un milione di euro. Si tratta di un lavoro importantissimo per noi - aggiunge Polini - perché, dopo aver già sistemato la parte superiore con un altro milione e mezzo di euro, ora saremo in grado di mettere a posto anche i 13 archi. Inoltre, quel versante tornerà in sicurezza e ci darà la possibilità di riaprire una strada comunale che collegherà le due estremità del paese. E questo è di vitale importanza per noi, perché ci darà ampio respiro durante le manifestazioni più importanti, come Templaria festival. Infine - aggiunge il primo cittadino castignanese - si potrà raggiungere agevolmente anche la nuova area camper e la zona in cui verrà realizzato il nuovo plesso scolastico». Si tratta di un intervento molto complesso, ma che restituirà ai cittadini un autentico pezzo di storia medioevale del paese, nuovo di zecca. I dettagli tecnici dei lavori, li spiega il geometra Alessandro Amatucci, direttore tecnico di cantiere della ditta Acciarri Costruzioni di Montalto Marche. «Verrà installata, al di sopra degli archi, una barriera para-massi - spiega Amatucci -, per proteggere la scarpata. Ma il vero fiore all’occhiello dell’intervento, sarà quello di risanare tutte le murature, con stuccatura finale». 

L’arteria che costeggia gli archi, inoltre, verrà «nuovamente asfaltata - aggiunge Alessandro Amatucci - in maniera tale da renderla, finalmente , fruibile. Si tratta si un lavoro certosino e di grande importanza per la comunità castignanese, finalizzato a mettere in sicurezza quei tredici archi che, in sostanza, insieme al muraglione, sostengono l’intero paese e il centro storico». 

La consegna dei lavori all’impresa Acciarri è stata fatta, ufficialmente, lunedì scorso e dureranno per circa un anno. Ma per comprendere a fondo l’entità dell’intervento in corso, il direttore tecnico di cantiere della ditta esecutrice, precisa e conclude: «Il progetto prevede il ripristino di 4.400 metri quadrati di muratura- conclude Amatucci - in sostanza, dalle sezioni di muratura degradata o lesionata, verranno rimossi i mattoni e poi sostituiti con altri delle stesse dimensioni e caratteristiche storiche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA