Castel di Lama, con un martello
tenta il colpo: incastrato dagli abiti

Martedì 14 Maggio 2019
I carabinieri in azione

CASTEL DI LAMA - Il tentativo di rapina a una tabaccheria di Castel di Lama finisce male perchè i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Ascoli e di Castel di Lama in un’ora riescono a individuare l’autore. Si tratta di un minorenne lamense, già sotto osservazione in quanto sospettato di fare uso di droga, il quale, subito dopo essere stato fermato è satto ricondotto a casa in attesa che la Procura dei minori di Ancona fissi il processo. Mancavano pochi minuti alle 13 quando il sedicenne, armato di un martello, ha fatto irruzione all’interno della tabaccheria minacciando il titolare di consegnare tutto il danaro che si trovava in cassa. Si era travisato il volto con una scaldacollo che lasciava intravedere soltanto gli occhi. Ma qualcosa non è andato per il verso giusto. Il giovane si è impaurito è uscito dal locale si è dato alla fuga dirigendosi verso casa senza che avesse racimolato un solo euro. Lungo il tragitto ha percorso la campagna a ridosso del paese al fine di non incontrare qualcuno che lo conoscesse. Si è fermato in un punto dove nessuno lo avrebbe potuto vedere. Nello zainetto aveva messo degli abiti con i quali si era cambiato nella speranza di confondere le idee ai carabinieri, senza riflettere che attraverso gli abiti che indossava avrebbe offerto agli investigatori la prova inconfutabile del suo Dna. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA