Bimbo precipita dalla finestra e muore. La madre era in bagno, ma finisce sotto accusa

Martedì 12 Ottobre 2021 di Teodora Poeta
Bimbo precipita dalla finestra e muore. La madre era in bagno, ma finisce sotto accusa

E’ stata una tragedia di cui adesso però dovrà rispondere la mamma che quel giorno avrebbe dovuto proteggere il figlio e non lasciarlo da solo nella camera con la finestra, che si trovava proprio sopra al letto, aperta. Per la morte del piccolo Cliton, il bimbo di 18 mesi di origini nigeriane nato però ad Ascoli Piceno, precipitato a giugno da una finestra di una mansarda in via Marco Polo a Martinsicuro, la Procura ha firmato la richiesta di rinvio a giudizio per la mamma, accusata di omicidio colposo. Era lei, infatti, che quel giorno avrebbe dovuto badare al figlio e non lasciarlo solo nella stanza.

Un’omessa custodia di pochi istanti, stando al racconto della donna fatto agli stessi inquirenti, che purtroppo è costata la vita al piccolo. Tutto è avvenuto di sera, poco dopo le 22, mentre in casa c’erano anche altre persone che non hanno assistito alla scena. La donna, infatti, ha raccontato di aver lasciato il figlio in camera da letto per andare in bagno. Quando è tornata a prenderlo ha visto le ciabattine sul letto, ma Cliton non c’era e la finestra era aperta. E’ stato, forse, l’istinto di mamma a farla subito correre giù, dove ha trovato il bambino a terra.

Sono state le sue urla disperate di dolore a richiamare un ristoratore che a quell’ora stava chiudendo e che per primo è arrivato in soccorso e ha visto la mamma che teneva in braccio il figlio. Subito dopo l’arrivo del 118 e poi i Carabinieri, ma ormai non c’era già più nulla da fare per il bambino. E’ stata l’autopsia, disposta dal pm Davide Rosati, ad escludere subito segni di maltrattamenti e a confermare, invece, i traumi e le lesioni dovuti alla caduta che hanno causato la tragica morte. Un evento che secondo l’accusa si sarebbe potuto evitare se solo la mamma avesse avuto più accortezze, perché sarebbe bastato non lasciarlo da solo lì, in quella stanza dove il letto era appoggiato esattamente sotto la finestra lasciata aperta e facilmente raggiungibile. Una finestra che per Cliton è diventato un luogo da andare a scoprire senza timore, esattamente come fanno i bambini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA