Ascoli, lo zio orco condannato per abusi sulla nipotina 13enne: era stato assolto in primo grado

Mercoledì 13 Novembre 2019
Ascoli, lo zio orco condannato per abusi sulla nipotina 13enne: era stato assolto in primo grado

ASCOLI - È stato condannato a sette anni di carcere un 42enne di Ascoli Piceno, accusato di violenza sessuale nei confronti di una nipote che all’epoca dei fatti aveva 13 anni. La sentenza pronunciata ieri dalla Corte d’Appello di Ancona ribalta quella in primo grado con la quale il Collegio del tribunale di Ascoli Piceno aveva assolto l’imputato.

Civitanova, atti sessuali sulla nipotina 14enne: condannato a quattro anni e mezzo lo zio orco

Il nipotino salva la nonna: il marito tentava di strangolarla con il filo elettrico

Un pronunciamento impugnato sia dalla Procura di Ascoli sia dalla parte civile. In Corte d’Appello è stata sentita di nuovo la ragazzina che ha riferito degli approcci a sfondo sessuale dello zio che in un’occasione le avrebbe fatto vedere un video che lo ritraeva con la moglie (zia della giovanissima) in atteggiamenti lascivi. L’uomo era stato assolto nel febbraio del 2018 poichè nel corso del dibattimento in aula non era stata raggiunta la prova della sua colpevolezza. Per questa vicenda il pubblico ministero Monti aveva iscritto sul registro degli indagati 5 testimoni della difesa accusandoli di falsa testimonianza.

Ultimo aggiornamento: 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA