Vittorio Sgarbi fa il Cicerone per un giorno. Illustra i tesori della mostra di Palazzo dei Capitani

Vittorio Sgarbi, la presidente di Culturalmente Insieme Francesca Filauri e il professor Stefano Papetti
Vittorio Sgarbi, la presidente di Culturalmente Insieme Francesca Filauri e il professor Stefano Papetti
di Filippo Ferretti
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Aprile 2022, 09:40

ASCOLI - Vittorio Sgarbi torna in città per incontrare coloro che amano l’arte, la storia, la bellezza di Ascoli. L’appuntamento rientra nelle iniziative varate dall’associazione Culturalmente Insieme, presieduta da Francesca Filauri. L’evento, fissato per la giornata di domenica 24 aprile, vedrà alle ore 11 il celebre critico d’arte approdare nel capoluogo piceno per deliziare di arte sia i turisti che i cittadini. Come una sorta di guida d’eccezione, il grande esperto di pittura, scultura e architettura arriverà in mattinata in piazza del Popolo per parlare inizialmente della sua mostra, allestita sino a settembre con decine di pezzi tra i più significativi della raccolta pittorica di proprietà dei suoi genitori. 

 

Lui stesso nell’occasione presenterà le opere della collezione Cavallini-Sgarbi, lavori che vanno dal Quattrocento all’Ottocento con la firma di assoluti maestri quali Lotto, Guercino, Pisano, Cagnacci, il Baciccio e molti esponenti della scuola ferrarese. Ritratti, paesaggi, “Madonne con bambino” e anche alcuni lavori scultorei che sono stati raccolti dalla famiglia Sgarbi in decenni di acquisti, già dalla madre, Rina Cavallini, dello studioso e parlamentare. Ma poi, dopo aver fatto da cicerone a beneficio dell’esposizione “Alla ricerca della bellezza”, dalla sede di Palazzo dei Capitani Vittorio Sgarbi sarà protagonista, prima, di una lectio magistralis, poi sarà al centro di un pranzo conviviale, in cui parlerà anche del rapporto speciale con Ascoli. Sarà l’occasione per illustrare lo stesso Palazzo dei Capitani, location da lui stesso scelta come sede della mostra, dopo un approccio non propriamente felicissimo avvenuto ai tempi del restauro, negli anni ‘80. 

La sera di venerdì 6 maggio, sempre a Palazzo dei Capitani, avrà luogo l’incontro che la musicista Ada Gentile dedicherà ad Ennio Morricone, scomparso nel 2020. L’artista abruzzese, ormai da anni naturalizzata ascolana, dove vive, compone e dove crea molteplici eventi culturali, parlerà della vita e delle opere dello straordinario autore di oltre 500 colonne sonore di pellicole internazionali. La serata sarà incentrata sulle testimonianze della Gentile, che è stata collega e amica per tantissimi anni del compositore. Un rapporto che le permise anche di farlo arrivare al teatro Ventidio Basso, 25 anni fa. Durante l’incontro, che vedrà anche gli interventi dell’assessore comunale Donatella Ferretti e della presidente dell’associazione Culturalmente Insieme, Francesca Filauri, è prevista anche una degustazione di prodotti locali. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA