Violenza contro le donne, la città si mobilita: concerti, convegni e due panchine rosse

Mercoledì 24 Novembre 2021 di Filippo Ferretti
La presentazione delle iniziative per la giornata contro la violenza sulle donne

ASCOLI - Una data che ha un valore simbolico, volta a ricordare un messaggio valido per tutti giorni dell’anno, sottolineando la condanna assoluta della brutalità fisica e psicologica nei confronti delle donne e l’esigenza di combatterla con coraggio e consapevolezza.

 

 Un messaggio da urlare sempre senza omertà e senza ipocrisia. Questo è il motivo per cui Ascoli celebrerà il 25 novembre la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, la cui presentazione degli eventi si è tenuta ieri nella sala De Carolis-Ferri dall’assessore Maria Luisa Volponi e da un pool di rappresentanti di associazioni e istituzioni del territorio che hanno a cuore le sorti delle donne, a livello sociale, umano, professionale, civile. 

Un programma con tante iniziative, finalizzate anche a coinvolgere i ragazzi delle scuole superiori. Domani, alle 12, nell’area verde di piazza Immacolata, in collaborazione con la sezione ascolana della Croce rossa italiana, verrà inaugurata la prima panchina rossa cittadina, contemporaneamente a quella realizzata in zona Castagneti, davanti alla sede dell’Officina dei Sensi, in via Copernico. Sempre domani, alle 20.45, al teatro Filarmonici, avrà luogo il concerto dell’Orchestra di fiati “Insieme per gli altri”, nel corso del quale saranno presenti testimonianze narrate dalle attrici Cristiana Castelli e Raffaella Standoli, oltre alla premiazione del concorso “I colori delle donne”, che da 18 anni impegna la Commissione pari opportunità dell’amministrazione provinciale a selezionare lavori di poesia e di narrativa sull’argomento, quest’anno aperto anche agli uomini. Venerdì, alle 15.30 a Palazzo dei Capitani avrà luogo un convegno, organizzato in collaborazione con l’associazione “Donne Giuriste Italia”, sul tema: “Discriminazioni, molestie e violenze sui luoghi di lavoro”. 

L’assessore Volponi ha ricordato come quest’anno in Italia una donna ogni tre giorni è vittima di violenza di genere, mentre il sindaco Marco Fioravanti ha evidenziato la necessità di azioni quotidiane finalizzate a sensibilizzare tutte le donne vittime di violenza ad uscire allo scoperto. In merito, commosse sono state le parole della presidente della Cri di Ascoli Cristiana Biancucci, che ha deciso di dedicare questa la prima panchina ascolana alla memoria di Emma, un’appassionata volontaria che tanto ha lottato in questo senso e che è purtroppo scomparsa prematuramente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA