Boom dei raggiri durante la pandemia: ecco il vademecum contro le truffe agli anziani

Mercoledì 1 Dicembre 2021 di Cristiano Pietropaolo
Impetuosa crescita dei raggiri durante la pandemia: eccoil vademecum contro le truffe agli anziani

ASCOLI  - Nasce il manuale illustrativo “Io non ci casco”, contiene indicazioni e suggerimenti sui comportamenti da tenere per prevenire potenziali truffe agli anziani. Il vademecum, che nasce da una iniziativa portata avanti dalla Prefettura e dalla Camera di commercio, vede il coinvolgimento delle Forze dell’Ordine, dei Comuni, di Poste italiane e di tutte le componenti che operano nei settori nei quali più frequente è il contatto con le persone anziane. 

 


«Non ci sono episodi peggiori delle truffe: se poi i destinatari sono le persone anziane è ancora peggio perché significa tradire la fiducia di persone che spesso non possono difendersi - spiega il prefetto Carlo De Rogatis. - Sono grato alla Camera di Commercio che ha contribuito alla creazione di questo vademecum che sarà distribuito nei punti già frequentati dalle persone anziane. Le occasioni di contatti e truffe aumentano sotto il periodo festivo e tutti abbiamo a cuore la tutela degli anziani e combattere contro le truffe. Non è opportuno nascondere o vergognarsi dei torti subiti, le forze dell’ordine sono in campo per aiutare. Bisogna sempre chiedere aiuto».


Il presidente della Camera di commercio delle Marche Gino Sabatini sottolinea che «C’è anche il fattivo contributo della Confartigianato per la tutela di questa fascia debole. Ci sono tanti soggetti che sfruttano le difficoltà di oggi e bisogna sempre mantenere alta l’attenzione. Bisogna arrivare nei circoli degli anziani per promuovere queste attività». La presidente di Confartigianato Ascoli-Fermo-Macerata Natascia Troli sottolinea che «anche quest’anno riusciremo ad aiutare le persone che hanno bisogno di noi». 


Il questore Alessio Cesareo aggiunge che «la prevenzione non è mai troppa e il covid ha reso ancora più fragili queste persone» mentre il Comandante provinciale dei Carabinieri Giorgio Tommaseo evidenzia che «spesso in troppi non denunciano per vergogna. Nei nostri uffici c’è personale specializzato a disposizione del cittadino per trattare queste situazioni». Il comandante provinciale della Guardia di Finanza Michele Iadarola afferma che «l’invito è quello a non provare vergogna. L’essere truffati capita a chi si fida e la denuncia fatta dall’anziano è accolta in maniera particolare e deve essere rassicurato sul fatto che la sua situazione si possa risolvere». 


«In questo vademecum si spiega l’importanza del sistema di comunità che aiuta i più deboli. Questa iniziativa è importante in una provincia che fa della sicurezza il suo vanto - dichiara il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti. - Con l’assessore Brugni stiamo lavorando sui circoli anziani del territorio, che sono punti di aggregazione importante. Gli anziani sono la nostra guida e ci illuminano la strada. È una rete che va sempre rafforzata». Gli fa eco il primo cittadino di San Benedetto Antonio Spazzafumo. «Gli anziani stanno aiutando molte famiglie in difficoltà che sopravvivono proprio grazie alle pensioni. È una categoria da tutelare, perché loro sono la nostra storia e le nostre origini».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA